Come ottimizzare le bacheche su Pinterest | Cinzia Di Martino
Google My Business: le vie della promozione sono (in)finite | Cinzia Di Martino
Google My Business | Le vie della promozione sono (in)finite
17 Aprile 2018
Come usare Google Analytics per tracciare il traffico web da Pinterest al tuo sito | Cinzia Di Martino
Come usare Google Analytics per tracciare il traffico web da Pinterest
12 Settembre 2019

Come ottimizzare le bacheche su Pinterest

Come ottimizzare le bacheche su Pinterest | Cinzia Di Martino | Pinterest - Social Media - Visual Content
5 Condivisioni

Se hai notato un calo di traffico al tuo sito dall’account Pinterest, sappi che potrebbe essere legato ad una mancata revisione delle bacheche. Vediamo cosa si può fare per migliorare la situazione!


Lo sappiamo tutti: le abitudini cambiano, le mode passano, il linguaggio si evolve – almeno a volte. Quello che ignoriamo (o preferiamo far finta di ignorare) è che queste variazioni influiscono anche sull’efficienza della nostra presenza online. Soprattutto quella di Pinterest.

“Era partito a bomba! Da solo, Pinterest faceva numeri mai visti dal mio Analytics. Oggi invece sembra quasi che i miei pin siano diventati invisibili: nessuno li vede, nessuno li cerca, nessuno li apprezza. Il nulla cosmico proprio.”

Se almeno una volta hai pensato qualcosa di simile (anche con altre parole) o lo hai sentito dire da altri, voglio rassicurarti subito: Pinterest ti ama, esattamente come il primo giorno. Tu – invece – forse hai perso un po’ di interesse e ti sei adagiato sugli allori, certo di non perdere il tuo amato. E invece…

Tenere in vita un sano rapporto di coppia è un impegno quotidiano e come tale va onorato, senza dimenticare di stupire il partner di tanto in tanto, per ravvivare l’ardente fiamma della passione. E proprio tra le operazioni di manutenzione straordinaria rientra la revisione delle bacheche: sarà sufficiente farla un paio di volte all’anno per ravvivare gli eventuali risultati stagnanti del tuo account su Pinterest.

Come individuare le bacheche da migliorare

Per realizzare correttamente questo primo passo, è necessario che tu abbia un Account Business su Pinterest: se non lo hai ancora, segui le indicazioni nell’articolo Pinterest : cos’è e come impostare un account Business.

Se ci fosse ancora il caro vecchio analytics di qualche tempo fa, individuare le bacheche su cui lavorare sarebbe un’operazione molto semplice: esisteva infatti una vera e propria classifica delle board più apprezzate e con i contenuti più condivisi.

Oggi invece bisogna ingegnarsi.

Dal link Dati Analitici >> Panoramica analizza i pin più virali presenti nel tuo account. Avrai quindi visione delle bacheche che funzionano meglio. Per esclusione sarai in grado di individuare le bacheche che hanno bisogno di qualche modifica.

Come migliorare la descrizione e il titolo di una bacheca

A questo punto, non ti rimane che inserire nel campo di ricerca il nome della tua bacheca e leggere i primi suggerimenti dettagliati che Pinterest stesso ti offre:

Come ottimizzare le bacheche su Pinterest | Cinzia Di Martino | Pinterest - Social Media - Visual Content
Sfrutta i suggerimenti della ricerca guidata!

I suggerimenti sono le parole chiavi più cercate insieme al nome della tua bacheca.

Controlla che le prime quattro o cinque parole suggerite siano presenti nella descrizione della tua board: se non ci sono, aggiungile nel testo in modo da ottenere una frase fluida e sensata.

Tieni d’occhio anche la funzione di completamento automatico: questo strumento è in grado di suggerirti le frasi chiave più ricercate. È utilissimo per capire se e come modificare il titolo delle board di cui vuoi migliorare il rendimento.

Come ottimizzare le bacheche su Pinterest | Cinzia Di Martino | Pinterest - Social Media - Visual Content
Come usare il completamento automatico di Pinterest

Questo passaggio è fondamentale non solo per un corretto posizionamento su Pinterest, ma anche (forse soprattutto!) su Google, che utilizza proprio i titoli delle bacheche per indicizzare i tuoi contenuti.

Come utilizzare e gestire le sezioni di una bacheca su Pinterest

Le sezioni meritano un discorso a parte. Introdotte da poco tempo, si sono dimostrate utili – per gli account personali – in caso di necessità di ordine maniacale.

Ma per quanto riguarda gli account business? Stando a quanto dicono dal quartier generale, sembra proprio di no.

Currently, (using Pinterest board sections) does not (have an impact on search), it’s really a Pinner feature that we mainly did to help you guys organize your Pins.

Quindi, fai a meno di usarle in pubblico. Se proprio sei un ordinato cronico, sfrutta le sezioni nelle tue board segrete 😉

Quando spostare una bacheca per renderla più visibile

Oltre a poter modificare titolo e descrizione, rientra nell’operazione di revisione delle bacheche anche lo spostamento all’interno del tuo account.

Pinterest è un social stagionale perché pullula di persone che amano programmare e archiviare contenuti utili a lungo termine. Così, ad agosto le ricerche si focalizzano su possibili regali, addobbi, menu e outfit natalizi; a novembre si comincia già a pensare al San Valentino; a febbraio si cercano gli esercizi per arrivare pronti alla prova costume di luglio.

In buona sostanza, a chi visualizza il tuo account su Pinterest, interessano contenuti diversi in base al periodo dell’anno: è tuo interesse dare una riassettata alle bacheche per dar loro maggiore visibilità.

Se hai scaricato il Calenderest hai una visione dei contenuti cercati mese per mese dagli utenti. E puoi (ri)organizzare le bacheche in modo da rendere più visibili (spostare nella parte alta del tuo account) gli argomenti più in voga.

Per vedere nel dettaglio come (ri)ordinare bacheche, sezioni e pin, ti rimando al mio articolo dedicato all’argomento Pinterest: nuovi strumenti, migliore organizzazione.

Quando e come riordinare i pin di una bacheca da migliorare

Pinterest ha bisogno di sapere esattamente a chi e perché ogni tuo pin può essere utile: in base al titolo, alla descrizione e alla categoria di appartenenza che hai specificato, il sistema sa chi sarà soddisfatto di vedere il tuo contenuto. E questo aumenta la possibilità di visualizzazioni e condivisioni da parte di un pubblico in target.

Assicurati quindi che i pin presenti in ogni bacheca siano strettamente legati al tema trattato, per non rischiare di confondere le idee sia a Pinterest che agli utenti.

Conclusioni

Se segui le istruzioni che ti ho indicato in questo articolo, in poco meno di un mese dovresti iniziare a vedere la differenza dei risultati nel tuo analytics (sia di Pinterest che di Google). Se così non dovesse essere, ricordati che oltre la pulizia e il riordino di bacheche e pin, c’è da lavorare bene sul visual content: se le immagini che crei non attirano l’attenzione non c’è magia che tenga!

Tu hai già provato ad affinare il nome e la descrizione delle tue bacheche? Hai già provato a spostarle in base alla stagionalità dei contenuti? Hai notato qualche miglioramento? Vuoi qualche suggerimento specifico per la tua situazione? Scrivimi nei commenti qui sotto e vediamo cosa si può fare.

Nel frattempo, Have Fun & Share It 😉

Come ottimizzare le bacheche su Pinterest | Cinzia Di Martino | Pinterest - Social Media - Visual Content
5 Condivisioni
Cinzia Di Martino
Cinzia Di Martino
Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *