Cose da sapere su Pinterest per migliorare il tuo Brand

Cose da sapere su Pinterest per migliorare il tuo Brand

Cose da sapere su Pinterest per migliorare il tuo Brand

Photocredit: cinziadimartino.it

Se hai un blog (personale o aziendale) e hai deciso di essere Social, ecco cosa  sapere su Pinterest per cominciare a raccogliere i frutti, oggi stesso!


Hai un sito/blog. Un account personale e una Fan Page su Facebook. Un profilo su Twitter. Da poco anche un Google Profile e (forse) una Google Page. Sei su Linkedin da tempo immemore. Usi Scoop.It! e Paper.ly. Ma Pinterest?

Su Pinterest si guardano le immagini, non si leggono gli articoli. Sei sicuro?

No, quello no. Quello proprio non ti serve. Quello va bene per le agenzie di viaggio o per le pasticcerie o i ristoranti. Tu non te ne fai nulla come Brand. Su Pinterest si guardano le immagini, non si leggono gli articoli. Quindi perché perdere tempo con l’ennesimo canale social?

Te lo dico io: perché il Visual Content è fondamentale per far presa sul pubblico, perché per preparare due immagini (invece di una) non ci vuole chissà poi quanto tempo, perché è un modo valido di far viaggiare il tuo (personal) Brand.

Ma, come in tutti i social, non basta aprire un account per esserci. Men che meno per avere risultati tangibili. Bisogna seguire le regole: poche e semplici regole. Ed io le ho raccolte in questo articolo proprio per te, che ancora titubi 😉

Non preoccuparti, la maggior parte dei suggerimenti sono degli una tantum; l’unico impegno reale che ti viene richiesto è di dedicare almeno dieci minuti al giorno alla pubblicazione dei tuoi e al repin degli altrui contenuti.

#1. Identifica il tuo Brand

Operazioni fondamentali quando decidi di iscriverti a Pinterest sono:

√ verificare l’url del tuo sito

in questo modo sarà visibile dal tuo profilo e quando qualcuno si troverà a passare dal tuo profilo vedrà il tuo sito accanto alla tua faccina sorridente: un’ottima pratica per il tuo (personal) brand

Come verifico l’url del mio sito?

. Accedi al tuo account Pinterest

. Clicca su Impostazioni

. Alla voce Sito Web inserisci l’url del tuo sito

. Clicca sul pulsante Verifica

Come verifico il mio url su Pinterest?

 

√ attivare i Rich Pin

ovvero pin arricchiti di dettagli importanti; in particolare, nel caso di articoli, contengono il titolo, l’autore e una breve descrizione del pezzo, in modo da solleticare l’interesse di potenziali clienti.

Come attivo i Rich Pin?

.  Scarica e installa il plugin  Yoast WordPress SEO

. Nella pagina principale di gestione del plugin, clicca sul tab Social

. Assicurati di spuntare la voce Add Open Graph meta data (in alto nella pagina)

. Verifica la condizione sulla pagina per gli sviluppatori

. Inserisci un url valido dal tuo sito/blog

. Clicca sul pulsante per la validazione

. Attendi il riconoscimento da parte di Pinterest

Pinterest: come attivo i Rich Pin?

 

#2. Dedica una board al tuo Blog

Ogni blogger che si rispetti dovrebbe avere una board dedicata al contenuto del proprio sito, con immagini uniche, originali e personalizzate. Immagini dedicate agli utenti di Pinterest (quindi non utilizzate su altri canali social).

Ma perché? Lo so che te lo stai chiedendo 🙂 ed ecco il perché: la struttura delle immagini di maggior successo su Pinterest è verticale (mentre sugli altri social si predilige la struttura orizzontale o addirittura quadrata). Le dimensioni ottimali sono di 750 (larghezza) x 1200  (altezza) pixel e per massimizzare l’effetto repin dovresti pensare di creare stock di citazioni o frasi.

Se a questo aggiungi l’url del tuo sito e magari ci metti pure la faccia (o il logo), il gioco è fatto: l’immagine sarà repinnata e porterà con sé il tuo Brand in giro per le board di mezzo mondo (o anche tutto!).

Di Personal Brand e Pinterest ho scritto anche sul blog di Riccardo Esposito:  Personal Branding: come curarlo su Pinterest

#3. Crea una board di Tips&Tricks

Fermati e pensa: quali problemi puoi risolvere ai tuoi lettori, ai tuoi potenziali clienti, ai tuoi fedeli fan? Fai una lista di suggerimenti utili (includi anche quelli che ti hanno portato al successo) e poi crea delle immagini da pinnare e repinnare (ricordati quanto detto al punto 1!) o includi nella board i consigli già individuati dai tuo colleghi (o competitor o antagonisti, chiamali come vuoi).

#4. Dedica una board a Guide e HowTo

Abbiamo tutti bisogno di imparare cose nuove e voglia di renderci indipendenti, ecco perché le guide e i tutorial hanno così tanto successo (addirittura il 42% in più rispetto agli altri pin).

E allora che aspetti a cimentarti? Crea una board dedicata e comincia a popolarla di pin utili e ben targettizzati. Ne hai di cose da spiegare al tuo pubblico (senza bisogno di proporre prodotti/servizi né di spiegazioni noiosissime), basta giocare di fantasia: come preparare la carbonara perfetta, come realizzare un makeup da diva, come passare lo smalto senza sbavature, come fare una prolunga in 5 minuti, come configurare l’account Pinterest e tanto altro.

#5. Condividi le tue citazioni

Di certo avrai condiviso (o letto e apprezzato) sui social qualche semplice (ma efficace) verità sul tuo settore e magari avrai anche attirato l’attenzione di Like e commenti. Questo tipo di contenuti va rispolverato!

Creati una immagine di base (con Canva.com o con PicMonkey.com) con l’url del tuo sito e la tua faccina (o logo), definisci gli elementi grafici di abbellimento e imposta il testo con la tua (o di chi per te) citazione. Salva le singole immagini e pubblicale su Pinterest.

Lo sai che dopo le categorie DIY (Do It Yourself) e Food, la più repinnata è quella delle Quotes (citazioni)? #chetelodicoaffare

#6. Racconta il tuo Brand

Non mi stancherò mai di ripeterlo: il web è H2H! Quindi non dimenticare di mostrare il tuo essere un Brand umano.

Oltre al modo di impostare le conversazioni e interagire con il pubblico, parla di te, del tuo Brand, delle persone che lo costituiscono, racconta il dietro le quinte delle tue giornate lavorative e le tue storie di successo (e non).

 

Insomma a te l’ardua decisione: Pinterest, esserci o non esserci? Io ti ho detto quello che c’è da sapere. Adesso valuta bene la tua situazione, le risorse a disposizione, ed eventualmente riorganizza i tempi di gestione e prepara in anticipo il materiale visual da condividere.

E a questo punto non mi rimane altro da fare che invitarti a lasciare il tuo commento su quanto hai letto e, se ti è piaciuto, ti chiedo di condividerlo con chi vuoi. Grazie 😉

 

Cinzia Di Martino
Cinzia Di Martino
Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.

1 Comment

  1. […] Cose da sapere su Pinterest per migliorare il tuo Brand […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *