Google My Business | Le vie della promozione sono (in)finite

Google My Business: le vie della promozione sono (in)finite | Cinzia Di Martino
16 Condivisioni

Vediamo insieme quali sono i vantaggi dell’uso corretto di Google My Business e come configurarlo e sfruttarlo nel settore Horeca, in ambito di marketing turistico, soprattutto locale.


Google My Business: le vie della promozione sono (in)finite

Viviamo in un paese che si basa sulle piccole imprese, tutte diverse tra loro perché fatte e vissute da persone diverse.

Ma per avere successo hanno bisogno tutte di persone speciali: i tuoi clienti! Quelli che conosci per nome, che portano da te la loro famiglia, che parlano di te con i loro amici. E sono online, in ogni momento della giornata.

Ecco perché è importante metterti in condizione di farti trovare dalle persone: da tutte le persone che possono avere bisogno di te.

Perché loro ti cercano. E lo fanno su Google. Proprio come te.

 

Partiamo dai dati

Secondo le ultime statistiche di consumerbarometer.com, l’uso degli smartphone è in crescita continua in tutto il mondo.

Questo significa (e lo avrai certamente notato anche tu) che molti di noi vivono in perfetta simbiosi con il cellulare: lo consultano per trovare una strada, un piatto veloce da cucinare, il numero di telefono o gli orari di apertura di un locale, il prezzo di un prodotto, per prenotare la spesa a domicilio, per ordinare la pizza del sabato sera a casa di amici e molto altro.

Google My Business: le vie della promozione sono (in)finite | Cinzia Di Martino

L’85% delle persone cerca online le informazioni di cui hanno bisogno, in ogni momento della giornata.

Quando si parla di attività locali (geograficamente vicine), il 28% delle persone cerca una prima parte di informazioni il giorno prima di agire e il 27% usa lo smartphone per prenotare o acquistare direttamente, senza cercare un “contatto personale” .

Quando si parla di fonti di traffico del sito web di un’attività locale sono:

  • 85% dei casi l’essere trovati (casualmente o quasi) su Google
  • 47% per le ricerche di prezzi e/o orari
  • 31% per la ricerca di sconti e promozioni.

Dall’osservazione di questi dati è nata la forza di Google My Business: cioè riuscire a trasformare ogni ricerca locale (e localizzata) in un potenziale cliente per te e per la tua attività.

 

(R) Aggiungi nuovo valore con My Business

Come può essere che la sola presenza su Google My Business possa cambiare la visibilità online della tua attività? Semplice!

Perché GMB mostrerà la tua presenza non solo tra i risultati di ricerca standard, ma utilizzerà tre strutture integrative:

Risultati localizzati

Saranno visualizzate le attività che hanno raggiunto le valutazioni migliori secondo Google

Barra laterale

Sarà visualizzata la scheda dell’attività che risponde “esattamente” (secondo Google) alla ricerca che abbiamo richiesto

Google Maps

Saranno visibili tutte le attività che rispondono alla domanda che abbiamo posto a Google.

 

Criteri di valutazione secondo Google

Ma quali criteri di valutazione usa Google per decidere come posizionarti tra i risultati locali?

Prima di farti comparire tra i risultati locali, Google valuta la tua scheda in base a tre fattori:

pertinenza , cioè il grado di completezza e dettaglio delle informazioni sulla tua attività. Più informazioni aggiungi alla tua scheda My Business, più aumenta la possibilità di essere mostrato a chi è interessato a te

distanza fisica tra la tua attività e la posizione della persona che cerca un’attività come la tua: ciò si traduce in maggiore possibilità di attirare clienti di passaggio

evidenza , cioè il tuo livello di notorietà secondo Google. Per valutarlo, si affida alla quantità delle recensioni e dei voti che i clienti decidono di dare alla tua struttura, ma anche a pagine e articoli online che parlano di te

L’unico dei tre fattori che non dipende da te in modo diretto è la distanza. Per la pertinenza e l’evidenza, puoi fare decisamente tanto!

 

Pertinenza

Per massimizzare il punteggio, premurati di inserire tutti le informazioni basilari della tua attività:

  • logo e descrizione aziendale,
  • indirizzo (verificando la sede su Google Maps),
  • numero di telefono,
  • orari di apertura e chiusura.
  • Occhio a scegliere la categoria merceologica (tra quelle suggerite da Google!)

E non dimenticare le info extra: sito web, foto della struttura, menu e servizio prenotazione tavoli. Ma anche servizi (speciali) offerti e tipologie di pagamento accettate in struttura, wifi-free, tavoli esterni, possibilità di posteggio e altro.

Due parole sulle foto: vero è che “l’abito non fa il monaco”, ma “anche l’occhio vuole la sua parte”, quindi investi (appena puoi) in un servizio fotografico che metta in luce tutti i punti di forza del tuo locale, in modo da completare la sezione foto in tutte le sue parti. Fai che le foto di interno, esterno, prodotti, team e identità siano sempre aggiornate e che non si discostino dalla realtà delle foto pubblicate dai clienti.

 

Evidenza

Il tuo business locale ha bisogno di riconoscimenti da parte dei clienti per crescere, migliorarsi e migliorare il posizionamento (ranking) locale. Quindi, cura le recensioni: rispondi sempre (nel bene e nel male) e con educazione (ricordati che tutti ti leggono!) e lavora in modo che i tuoi ospiti non abbiano motivo di lamentarsi di location, servizio e qualità del cibo. E non aver timore di chiedere le recensioni ai tuoi clienti migliori.

Ma il tuo business locale ha bisogno di riconoscimenti da altre entità in termini di link e può “guadagnarseli” da diverse fonti: le riviste locali e nazionali, i siti web di beneficenza locali, gli elenchi dei business locali, i siti delle associazioni, il sito della camera di commercio, i blog locali di alto profilo. Tu ci hai già pensato??

E poi tieni sempre aggiornato il sito web e la tua presenza su My Business, magari sfruttando i post.

 

Strumenti e funzionalità utili

Da un’unica interfaccia puoi accedere a tutte le funzionalità che Google My Business ti mette a disposizione.

Informazioni. Puoi aggiornare gli orari di apertura e chiusura, aggiungere o modificare un numero di telefono o modificare altre info. E in automatico i tuoi dati saranno aggiornati su Google e su Maps.

Foto. Puoi inserire tutte le foto che vuoi per raccontare la tua attività, mostrare ciò che ti rende unico e (perché no?!) anche i piatti del tuo menu.

Recensioni. Se un cliente mostra interesse nei tuoi confronti è perché lo hai colpito (spero positivamente): approfitta dell’occasione per ringraziarlo del pensiero e (magari) iniziare una conversazione con lui. Perché un rapporto umano è sempre e comunque un valore aggiunto per qualsiasi attività!

Sito Web. Con le informazioni che hai inserito nella tua scheda My Business, con pochi e semplici clic, puoi creare un sito (di una pagina) per la tua attività. Sebbene sia ottimizzato per qualsiasi dispositivo e si aggiorni automaticamente (se e quando modifichi le info su My Business), questa funzionalità può essere “utile” solo per nuove micro attività che non hanno la forza economica di investire su un vero e proprio sito web, su cui è invece possibile struttura azioni di marketing più capillari e specifiche. È da considerare una sorta di soluzione temporanea, in assenza di un sito web professionale.

Post. Ti permettono di pubblicare aggiornamenti sui tuoi prodotti e servizi, tenendo aggiornati i (potenziali) clienti senza bisogno che vadano altrove a cercare le info. E possono essere utilizzati anche per gestire un evento o una promozione.

Sarà sufficiente definire il nome, la data di inizio e fine e una call-to-action: richiedere info, prenotare, registrarsi, acquistare o salvare l’offerta.

Abitua i tuoi clienti a cercare le offerte o gli aggiornamenti settimanali per non perdersi un’occasione speciale per stare con te!

[NB. I post di My Business non vengono indicizzati come quelli di GooglePlus: sono due strumenti che ti portano ad obiettivi diversi. Sfruttali entrambi!]

Statistiche. Se vuoi conoscere come i clienti interagiscono con la tua attività: da dove arrivano, come ti trovano, cosa guardano. Nella sezione statistiche di My Business troverai tutte le info che vuoi!

Potrai sapere esattamente in quanti ti hanno chiamato dalla scheda di My Business, in quanti hanno cliccato sui tuoi post, in quanti hanno visualizzato le informazioni della tua attività, in quanti hanno richiesto indicazioni stradali per raggiungere la tua struttura, quali foto hanno attirato l’attenzione più di altre e come sono i tuoi risultati rispetto ad altre attività (locali) simili alla tua.

 

Google My Business: Tips & Tricks

Ora, partendo dal presupposto che sei un ristoratore e non puoi trascorrere intere giornate con lo smartphone tra le mani per gestire la tua presenza sui social, vediamo quali sono i passaggi fondamentali da fare per ottimizzare la tua presenza su Google My Business.

#1. Occhio all’indirizzo

Sembra ovvio, lo so, ma ti assicuro che non lo è per niente. Spesso si notano problemi di consistenza di dati. Se la tua attività è in “piazza Lincoln, 16/A”, questo deve essere l’indirizzo fisico riportato in ogni singolo canale di comunicazione su cui scegli di essere.

E parlando di Google, ti consiglio di affidarti a Maps per specificare dove ti trovi, così da non permettere confusioni e rendere più semplice la fruizione delle indicazioni stradali a chi le chiede.

#2. Orari di apertura

Quante volte capita di trovare, in estate, sul sito di una struttura ricettiva gli orari invernali? Sembra niente, ma quella mezz’ora di slittamento può infastidire non poco i (potenziali) clienti ed influire sulla reputazione della tua attività.

Ci vuole meno di un minuto, dal tuo smartphone: accesi a Google My Business e assicurati che gli orari siano aggiornati e corretti!

[NB. Su Google My Business puoi anche gestire orari particolari per giornate particolari. Non perdere l’occasione di offrire al tuo pubblico informazioni sempre valide: ne va della tua credibilità]

#3. Seleziona la categoria giusta per la tua attività

Può sembrare semplice come bere un bicchier d’acqua o complesso come comporre un puzzle da 10mila pezzi: dipende dalla tua attività, da ciò che offri, dalla percezione che i clienti hanno/danno di te.

Per essere certo di non sbagliare, puoi fare riferimento a questa pagina in cui sono presenti tutte le categorie (in italiano) ammesse da Google per un’attività.

#4. Aggiungi almeno 6 foto

Preparati perché ti serviranno almeno 6 foto: la tua, quella dello staff, degli interni, degli esterni e magari un paio con i clienti e un paio sui tuoi cavalli di battaglia. Ma nessuno ti vieta di fotografare e inserire tutti i piatti del tuo menu 😉

Un’immagine vale più di mille parole”: infatti le foto veicolano tantissime informazioni sull’attività, sulla qualità dei tuoi piatti e del tuo servizio, sull’empatia del tuo staff, sulla vostra cura dei dettagli e molto altro. Non sottovalutarne l’importanza!

#5. Fatti recensire

Le recensioni influiscono sul posizionamento della tua attività nei risultati locali. Chiedi ai tuoi clienti più fidati di recensirti o fai in modo che i tuoi ospiti, a fine pasto, muoiano dalla voglia di condividere la loro esperienza con i loro amici!

Come?! Beh, questo puoi deciderlo solo tu: puoi scriverlo sui menu o puoi omaggiare un piccolo cadeux in cambio di una recensione. Mettiti nei panni dell’ospite: in quale occasione tu saresti disposto a recensire positivamente una struttura??? Probabilmente è lo stesso motivo che spingerebbe i tuoi ospiti a recensire te!

[NB. Ovviamente ogni volta che ricevi una recensione – My Business ti avvisa via email, tranquillo! – dovrai rispondere con garbo, cortesia ed educazione, proprio come fai nella vita di tutti i giorni]

#6. Sfrutta i post di My Business (e quelli di Google+)

I post di My Business sono utili per informare i tuoi (potenziali) ospiti su eventi speciali (serate a tema, giornate di sconto o altro) o su novità relative alla tua attività o al tuo territorio. Quindi sfruttali al meglio che puoi!

[NB. I post “evento” rimangono visibili fino alla fine dello stesso, quelli senza date specifiche invece rimangono visibili per sette giorni – su smartphone – e poi fanno spazio a nuove comunicazioni]

I post di Google+ invece sono utili per il posizionamento tra i risultati di ricerca su Google: usali a tuo vantaggio!

 

E adesso tocca a te: mettiti alla prova e divertiti con Google My Business!

E se questa “guida” è stata utile per te, Have Fun & Share It 😉

16 Condivisioni


Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Cinzia Di Martino
Cinzia Di Martino
Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *