Vuoi incrementare le interazioni su Facebook? Basta chiederle!

Ogni mattina, appena mi sveglio, una domanda mi frulla per la testa: e oggi cosa mi invento?

Penso sia la domanda che accomuna tutti i community manager sulla faccia della Terra (e sono davvero tanti). Il problema principale di chi gestisce i social media è quello di mantenere (almeno) o incrementare (magari!) le interazioni con gli utenti, giorno dopo giorno.

Vuoi incrementare le interazioni su Facebook? Basta chiederle!

immagine: cinziadimartino.it

Negli ultimi giorni, mi è capitato di leggere diversi articoli sull’argomento e, a quanto dicono gli esperti, non sembrerebbe così complicato raggiungere l’obiettivo (ovvero incrementare i mi piace, le condivisioni e i commenti sui social).

Tempo fa avevo scritto un articolo (con annessa infografica) sui piccoli trucchi per incrementare le interazioni su Facebook e devo dire che, mettendo in pratica alcuni dei suggerimenti (uso delle emoticon), i risultati non si sono fatti attendere.

Poi è stata la volta dei suggerimenti per incrementare le interazioni su Twitter: non ho ancora avuto il tempo di mettere in pratica i consigli, ma penso proprio che anche in questo caso i risultati non tarderanno ad arrivare (grazie anche ai preziosi insegnamenti di Nicola Carmignani).

La verità per chi lavora a contatto coi social media è che:

Your #1 goal on Social Media is to get people to take action [clicktotweet],

ovvero se non riesci a far interagire gli utenti con il tuo (personal) brand, stai solo perdendo tempo. E qual’è la soluzione al problema secondo i massimi esperti del sistema? No, non c’è bisogno di pozioni e formule magiche. E non pensare nemmeno a giornate di 72 ore. Né tanto meno devi giocarti la salute esagerando con bacco e tabacco (Venere in questo caso è solo di intralcio!).

La risposta alla mia (nostra?!) domanda è semplicemente: chiedi e ti sarà dato! Dan Zarrella (Hubspot) ha portato avanti uno studio sull’argomento e ne ha condiviso i risultati nell’infografica qui sotto [e l’articolo continua sotto l’immagine 😉 ] :

Call-To-Action su Facebook

immagine: hubspot.com

Insomma a leggere gli esperti, bisogna indicare agli utenti la via da percorrere. Chiamala timidezza, chiamala mancanza di tempo, chiamala pigrizia, chiamala come vuoi, ma pochi sono gli utenti che cliccano, commentano e condividono se non richiesto in modo semplice e diretto (limitando così il tuo successo e stressando la tua esistenza).

Da domattina quindi niente più domande esistenziali: assicurati solo di inserire nei tuoi post l’esplicita richiesta di ciò che desideri (“Clicca su mi piace”, “Condividilo con gli amici”, “Commenta qui sotto”).. e poi ricordati di farmi sapere se funziona davvero!

Quanto ti è piaciuto questo articolo?


Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Cinzia Di Martino
Cinzia Di Martino
Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.
Shares

Powered by themekiller.com watchanimeonline.co