E se il Turismo emozionale fosse il futuro?

E se il Turismo emozionale fosse il futuro?

Se il turismo emozionale è la nuova frontiera sia per gli addetti ai lavori che per i turisti, un’App potrebbe velocizzare il cambiamento che in tanti aspettano.

 

Il turismo non si alimenta solo di bellezze architettoniche e naturali, ma anche di calorosi “Benvenuto”, di piatti tipici, di sorrisi sinceri, di emozioni da condividere.

Il turismo, se ben organizzato e valorizzato, potrebbe essere la chiave di svolta dell’economia in Italia. Ne sono convinti soprattutto gli italiani, perché conoscono le loro città, i monumenti storici che ne fanno parte, le emozioni di estasi e stupore che si provano ogni volta davanti a queste vere e proprie opere d’arte.

Ne sono meno convinti i nostri politici e politicanti. E così ogni regione, ogni provincia, ogni comune si è messo in moto per riuscire a portarsi alla ribalta, agli occhi sia dei turisti nostrani (in crescita, vista la penuria di pecunia) che di quelli d’oltralpe e d’oltreoceano.

Ma non si può cercare di cambiare le cose e attirare nuovi visitatori con i vecchi modelli di comunicazione. Bisogna investire nel digitale, nel social e soprattutto sulle emozioni. Perché sono proprio le emozioni estasiate e stupite (comunque sia positive) dei turisti che possono attirare nuovi turisti e fare la differenza per le comunità che sul turismo potrebbero tranquillamente basare tutta la loro esistenza.

Ma come si può? Come si fa? Complicato creare un’app dedicata, i contenuti fruibili, le raccolte dati da far conoscere e nel frattempo gestire bellezze architettoniche e personale addetto ai lavori.

Per fortuna, un progetto tutto italiano ha pensato di risolvere questo problema creando la prima Social App e  guida turistica alternativa che propone ai turisti i migliori tour emozionali di varie città (al momento 16 tra Italia e Europa, ma in continua crescita), con luoghi consigliati ad ingresso libero e contenuti arricchiti dalle esperienze dirette dei turisti che ci hanno preceduto nella visita a quel monumento o a quel museo.

L’originalità del progetto sta proprio nella gestione delle emozioni degli utilizzatori per la composizione automatica di veri e propri tour emozionali: estasi, sorpresa, gioia, malinconia, meraviglia, amore, paura e rabbia.. ti basta selezionare il tuo stato d’animo del momento, l’emozione che stai provando per ricevere il percorso ideale per raggiungere il tuo obiettivo personale del momento, assicurandoti un’esperienza unica.

Turismo emozionale con AppTripper

E, da utilizzatore, commentando e registrando le tue emozioni per ogni monumento visitato potrai arricchire tu stesso l’emozionalità del tour di chi verrà dopo di te.

Non mi stupirebbe se il turismo emozionale diventasse un must per questo 2015, anche perché dalle recenti vacanze natalizie abbiamo letto in giro che ci si fa in quattro con piacere per coccolare e soddisfare le aspettative dei clienti: ogni esperienza si gioca e si condivide in modo emozionale. Perché non anche i viaggi?

E così tramite l’App si potrebbero scoprire posti nuovi, condividere con la propria community ma anche fare nuove amicizie. Se vuoi scaricare AppTripper  puoi usare i link qui indicati: iOSAndroidWindows Phone

Ah, e puoi anche giocare con la cultura! Già perché puoi anche visitare la Galleria degli Uffizi e scoprire 64 capolavori artistici, organizzati in base al percorso emotivo che scegli di seguire: potrai scoprire le storie e i segreti delle grandi opere e poi mettere alla prova le tue conoscenze con un test. Insomma un modo simpatico e divertente per imparare l’arte.. chissà che magari non si decidano prima o poi a sfruttare questo tipo di gestione dei contenuti anche nelle nostre scuole!

L’App è disponibile su Windows, Android e versione Free su iOS 

Vieni a giocare anche tu ^_^

Quanto ti è piaciuto questo articolo?


Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Cinzia Di Martino
Cinzia Di Martino
Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.
Shares

Powered by themekiller.com watchanimeonline.co