Come vincere il blocco del blogger e scrivere un articolo al giorno

Se hai un blog sai che un solo giorno senza nuovi articoli può costarti in termini di visite. Evita lo stallo e scopri le 5 idee per scrivere un articolo al giorno.

Come vincere il blocco del blogger e scrivere un articolo al giorno

photocredit: flickr.com

Che tu sia un blogger per passione o per professione, un freelance o un’azienda poco importa. Sai che non puoi permetterti nemmeno un giorno d’assenza dal blog e dalla condivisione sui social di nuovi contenuti, se non vuoi segnare il passo e assistere al crollo delle statistiche di Analytics (che non è proprio un bello spettacolo da vedere al mattino, in fase di analisi dei risultati della giornata precedente).

Ma se un giorno non hai voglia di scrivere? Non trovi l’ispirazione giusta? Non riesci a trovare le parole? È successo anche a me e mi ha creato non poca ansia: l’impossibilità di scrivere un articolo mi ha reso davvero irritabile. E, cosa peggiore, il nervosismo ha poi generato un senso di malessere personale che ha alimentato l’assenza di creatività.

Ho rischiato di cadere nel baratro dell’apatia e dell’indifferenza verso ogni tipo di contenuto. Ma proprio mentre vagavo per le vie di Twitter alla ricerca dell’idea giusta, mi sono imbattuta in una serie di retweet di articoli che in quel momento consideravo del tutto inutili e superficiali. È stato in quel momento che ho capito: non esistono contenuti inutili, esistono solo atteggiamenti sbagliati – come il mio.

Così ho preso carta e penna e mi sono imposta di scrivere: ho impiegato più tempo per trovare l’attacco giusto, ma poi la penna ha preso a scivolare sul foglio come guidata dalla mano di un altro. L’articolo di cui ho parlato è 3 regole di sopravvivenza per i blogger.

[Tweet “The currency of blogging is authenticity and trust.”]

È stato proprio dopo questa esperienza che ho stilato una lista con 5 contenuti diversi: 5 come i giorni lavorativi della settimana (non per te!) in modo da non rimanere più a corto di articoli e avere un punto di partenza nel caso in cui il blocco del blogger faccia capolino. Vediamoli insieme.

  1. Tieni informati con le news. Scrivere un articolo partendo da una news relativa al tuo topic è sempre una buona alternativa sia per scalare la classifica di Google, sia per generare conversazioni con il tuo pubblico.
  2. Racconta le tue storie. Ascolta le storie di clienti e dipendenti: avrai a disposizione una notevole riserva di storie da raccontare nei tuoi articoli, rendendoti più umano e semplificando le relazioni con il pubblico.
  3. Mostra a confronto. Permetti ai lettori di confrontare due servizi, due prodotti o due idee. Oppure usa la versione grafica e user-friendly delle infografiche (che tra l’altro vengono condivisione molte più volte di un articolo a struttura normale).
  4. Passa all’opposizione. Non è un invito politico.. ma un suggerimento per un articolo in cui affrontare un argomento già trattato, ma guardandolo da una prospettiva diversa. Questo tipo di contenuti piace molto alla gente perché permette loro di fare un paragone da soli e scegliere secondo coscienza (almeno così pensano) 😉
  5. Fai conoscere nuove risorse. Offrendo al tuo pubblico risorse capaci di risolvere uno specifico problema o bisogno, stai offrendo un valore aggiunto che permetterà agli utenti di migliorare la loro posizione sociale e a te di ottenere un incremento di fiducia da parte dei consumatori nei tuoi confronti.

Con questi contenuti sono riuscita a organizzare il mio personale piano editoriale, variando l’ordine dei pezzi nelle settimane e lasciando la porta aperta a eventuali ispirazioni extra. E se proprio sento il bisogno di rompere la monotonia, posso sempre rifugiarmi nel più classico degli articoli: la struttura evergreen di un “How-To”.

E il settimo giorno? Si riposò.. ma neanche per sogno! Puoi riproporre i contenuti settimanali via newsletter oppure ritwittarne uno ogni due ore (e non dimenticare di condividere anche gli articoli di altri) 😉

 

Ci sono altri tipi di contenuto che possiamo aggiungere alla lista? Suggeriscimi i tuoi evergreen nei commenti 😉

 



Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Cinzia Di Martino
Cinzia Di Martino
Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.

10 Comments

  1. Massimo Benedetti ha detto:

    Un sesto punto potrebbe essere ‘farsi domande sul proprio topic’. Mi spiego meglio, cosa mi chiede di solito il mio cliente/lettore? Domande semplici, le quali risposte sono gli argomenti del tuo post… che ne dite? 🙂

    • cinziadm ha detto:

      Grazie Massimo,
      direi che proprio un ottimo suggerimento: articoli specifici e dettagliati che risolvono problemi precisi e puntuali hanno un ottimo riscontro sui lettori (oltre che ricondivisi in modo esponenziale) ^_^

  2. Sonia C. ha detto:

    colpito e affondato…sono proprio in questa situazione….cmq un evergreen può essere tutto ciò che risulta eco friendly..non pensate anche voi?

    • cinziadm ha detto:

      Sonia di solito per evergreen si intende un articolo “senza tempo” che possa essere fruito dai lettori dei tuoi topic.
      “Come creare la tua Fan Page su Facebook” e “Come piantare un albero di mele” sono entrambi evergreen ed ecofriendly ^_^

      • Sonia C. ha detto:

        mi sarò espressa male o sono stata mal compresa…può essere eco friendly un argomento che “insegna” la cura per l’ambiente che ci circonda (evviva la raccolta differenziata, puliamo le spiagge, ecc ecc) ..e siccome la cura dell’Ambiente è di grandissima attualità e sarà sempre più importante per il futuro del nostro Pianeta, è certamente un tema evergreen, ovvero intramontabile -.-

        • cinziadm ha detto:

          Secondo me, la risposta è: dipende.
          Dipende dal topic del blog, dipende da cosa si aspettano i tuoi lettori, dipende da come affronti l’argomento.. Di certo sensibilizzare la popolazione sul disagio del nostro Pianeta (per colpa nostra) è un alto scopo, ma sempre che si sappia come comunicarlo a chi da te si aspetta un altro tipo di contenuti. ^_^
          Spero di aver reso l’idea: vedrò se riesco a mettermi in gioco in questo senso in futuro e ti farò sapere come andrà 😉

  3. Michele Meggiolan ha detto:

    Un bel “Inspiration Of The Week” 😀

  4. […] ma se vi sentite da troppo tempo immobili in una stazione di servizio, leggetevi i consigli di Cinzia di Martino, Alessandro Scuratti e Daniele […]

  5. […] mente, ma se ti senti da troppo tempo immobile in una stazione di servizio, leggi i consigli di Cinzia di Martino, Alessandro Scuratti e Daniele Imperi o impara la mia formula […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by themekiller.com watchanimeonline.co