Rinnova il tuo sito: la seduzione passa dal web

Rinnova il tuo sito: la seduzione parte dal web

Hai una sola occasione per fare una buona prima impressione: non sprecarla. Rinnova il tuo sito e seduci i tuoi potenziali clienti!

Sei presente su tutti i Social noti e ignoti (rileggiti l’articolo di ieri: Social che vai, Brand che trovi) ma non hai un sito? Grave. Gravissimo! Hai un sito aggiornato a prima del giubileo?! Peggio!

Il sito è il tuo biglietto da visita sul web, è la tua carta d’identità e come tale va rinnovato. E senza dubbio rinnovare un sito è un’affermazione che non si riferisce solo alla modifica dei contenuti, ma soprattutto della struttura grafica: nel web come nell’arte ogni periodo ha le sue peculiarità.

Sulla mia pelle ho vissuto il periodo giffanimoso, poi quello flashioso, quindi il cidoppiaessoso, l’ajaxoso e l’htmlcinquoso [ndafor technicians only]. E di direttive grafiche ne ho seguite parecchie: pagine a larghezza unica, contenuti di una lunghezza vertiginosa, menu in alto con o senza intestazione, colori sgargianti, immagini con ombre esagerate, scritte blu e viola.. cose che alcuni di voi ricorderanno a stento!

Torniamo ai giorni nostri. Abbiamo pochissimo tempo a nostra disposizione e solo un colpo di fulmine può trattenerci un po’ più a lungo su un sito (e non è un’autorizzazione all’utilizzo sconclusionato di immagini e filmati). Cosa ci seduce di un sito? Cosa ci piace? Cosa apprezziamo? Cosa rispondi ripensando ai siti su cui ti piace “investire” (quasi) quotidianamente il tuo tempo o quelli che ti sono rimasti nel cuore?

Io provo a dirti la mia e non vedo l’ora di leggere il tuo commento qui sotto 😉 Si parte!

Uno sfondo uniforme che renda leggibile il testo, l’ordine e l’equilibrio degli elementi grafici e testuali, l’armonia dei colori: la semplicità è fatta di tante piccole cose. La semplicità è uno dei fattori chiave che ti seduce di un sito web.

Un menu di navigazione chiaro e ben definito ti aiuta a distinguere le informazioni importanti, agevola la permanenza sul sito, ti invita a conoscerlo, ti indica la via da percorrere per trovare i suggerimenti e le ispirazioni che cerchi. Includi sempre una pagina dedicata a te e alla tua passione, ai servizi che offri o ai prodotti che vendi, una pagina dei contatti e il link al blog (o in alternativa un link alle sezioni principali del blog).

Che problemi risolvi? Che servizi offri? Rispondi alle domande con una frase breve ma di senso compiuto e usala. Mettila in bella vista, meglio se accompagnata da un bel sorriso: il tuo! Sai che sul web è importante “metterci la faccia”, a maggior ragione sul tuo sito.

Ma non fermarti alle parole: non bastano a renderti affidabile. Per trasmettere credibilità e affidabilità, mostra i benefici del tuo operato, magari con una lista di testimonianze o il portfolio dei lavori eseguiti – sempre che i tuoi clienti vogliano. E per massimizzare il valore della credibilità usa i social: aggiungi il Like Box di Facebook, il pulsante di Google Plus, lo stream di Twitter e qualunque altro aggeggio possa servire a far comprendere che vivi nel presente, che sei attivo e dinamico e al passo coi tempi.

Infine ricordati di inserire i dati di contatto in bella mostra in diverse parti del sito: non può mancare una pagina “Contattami” in cui siano presenti tutti i tuoi recapiti (email, telefono, fax prima di ogni altro), ma non esitare a ripetere la tua email di contatto nella home page del sito. E quando gli utenti ti scrivono, rispondi: sempre! [Regola valida anche quando si tratta di blog e commenti – come sostenuto e abilmente spiegato da Riccardo Esposito]

Con queste poche regole dirette vedrai che i tempi di permanenza sul tuo sito aumenteranno: rimarranno tutti sedotti dalla semplicità, dalla chiarezza, dalla credibilità, dall’affidabilità e dalla voglia di conoscersi che il tuo sito esprime per te.

E adesso a te la parola: cosa ti ha sedotto del sito web di cui non puoi più fare a meno? Quanto è lontano il tuo sito da questi obiettivi?

 

ps. Se il tuo sito è  in realtà un blog e usi WordPress, assicurati di avere il tempo di fare una “prima impressione”: spesso un blog è lento come una tartaruga a caricarsi.. e sul web non hai scampo se dopo 3 secondi non compare nulla! Segui la Guida definitiva di Dario Vignali su come velocizzare wordpress 😉



Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Cinzia Di Martino
Cinzia Di Martino
Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.

17 Comments

  1. Barbara Picci ha detto:

    Articolo molto interessante. Facendo questo lavoro ho anch’io attraversato tutti i periodi di cui parli e mi trovo assolutamente d’accordo con te sul preferire soluzioni semplici e ben schematizzate. Testo nero su bianco (o sfondo chiaro), menù semplici ed intuitivi e, a livello di contenuti, reperibilità immediata di ogni informazione che possa essere utile.
    Per quanto riguarda la tua domanda finale, per me che sono una pseudo addetta ai lavori, ti dico subito che ciò che più mi trattiene in un sito, oltre alle caratteristiche di cui prima, è l’interesse ai contenuti che vi trovo e che mi necessitano. Pur tuttavia un sito sballato graficamente a volte mi fa scappare da subito.
    Personalmente, per quanto riguarda invece i miei siti, quelli che seguono altre attività parallele (scrittura, arte e via dicendo), ho separato nettamente il cosiddetto sito vetrina dal blog wordpress. Il primo ripete staticamente poche cose e non cambia quasi mai (ho scelto una linea semplice e pulita proprio per non dovervi intervenire continuamente), l’altro, wordpress, cambia di continuo a seconda dei contenuti che vi ci metto, e sto lavorando anche su quello. Insomma c’è sempre da migliorare e ti ringrazio per questi post che mi danno sempre qualche idea in più.
    Ciao e buona giornata 🙂

    • Cinzia Di Martino ha detto:

      Cara @barbarapicci:disqus il contenuto è e rimane sempre il re indiscusso! ^_^

      Ma davanti ad un design raccapricciante, anche il contenuto migliore perde valore! Insomma la saggezza popolare non si smentisce mai: anche l’occhio vuole la sua parte!

      Rimango in ascolto per conoscere le tue nuove idee! Buona giornata a te 🙂

      • Barbara Picci ha detto:

        Ah sì, ho scordato una cosa… I pulsanti social… essi devono essere ben visibili e soprattutto essere leggibili da ogni browser. A volte mi capita di perdere tempo a cercarli e a volte desisto dalla condivisione per questo motivo. Essi devono essere ben posizionati in pagina: solitamente o prima dell’articolo o subito dopo, e devono essere compatibili su tutti i browser siano essi vecchi o nuovi, siano essi per mobile o desktop. Ad esempio quelli galleggianti che hai qui a sinistra sul tuo blog se navigo normalmente sono ben visibili ma da tablet (Samsung) l’altro giorno non li vedevo, erano tagliati a metà e stavo diventando pazza per usare lo share di twitter. Ci sono arrivata dopo tempo e ci son riuscita per caso perché era quasi del tutto nascosto. Su smartphone non ho provato, tendo a non usarlo per la navigazione a meno che non sia strettamente necessario, però secondo me dovrebbero essere testati anche là.
        Nulla, solo questo, spero di esserti stata utile 🙂

        • Cinzia Di Martino ha detto:

          Acciderbolina! Io pensavo di aver annullato il problema utilizzando due tipologie diverse di socialsharing: quello fluido sulla sinistra non compare neanche a me su smartphone.. per questo ho inserito i pulsanti standard in alto (con addthis) 🙁

          Spero sia stato solo un problema momentaneo di caricamento. In caso fammi sapere che vedo di risolvere la questione in altro modo 😉

          Grazie a te per la dritta ^_^

          • Barbara Picci ha detto:

            Ho appena visualizzato questa pagina da tablet. In effetti mi carica quelli in alto, l’altro giorno no, ne son sicura perché stavo diventando pazza. Il menù galleggiante è sempre spezzato ma l’importante è che carichi quelli che sono i più immediati.
            Ti confermo che oggi è tutto ok 😉
            Alla prossima!

  2. Davide Cavalleri ha detto:

    Grande Cinzia, hai riassunto in poche parole quello che tutti i giorni si cerca di far capire con ore e ore di telefonate e mail chilometriche con i clienti!

    Per rispondere alla tua domanda, cosa mi trattiene o cosa mi seduce su un sito? La chiarezza delle informazioni dove intendo la forma grafica, la forma scritta e la forma della organizzazione ovvero dove sono posizionati gli elementi, dove c’è confusione me ne vado in 30 millesimi di nanosecondo!

  3. Alessia Savi ha detto:

    C’è poco da aggiungere Cinzia: è impossibile non condividere ciò che hai detto!
    Concordo su tutto, e aggiungo che ciò che mi trattiene su un blog – partendo dalle basi della semplicità grafica e della leggibilità – è la qualità dei contenuti.
    Moltissimi blog offrono articoli quotidiani ma striminziti, banali e davvero scontati.
    Preferisco un aggiornamento incostante ma che mi dia davvero informazioni, ad esempio. La chiacchiera da bar la faccio, appunto, durante la pausa caffé!
    Detto questo, come sempre validissima! (^^)
    E’ un piacere leggerti.

    • Cinzia Di Martino ha detto:

      Grazie @pennyl4ne:disqus, troppo buona ^_^

      Secondo me, la qualità è frutto della creatività e dell’ispirazione: scrivere tanto per pubblicare riduce notevolmente l’una e le altre.

      Buona giornata :*

  4. Daniele_Carollo ha detto:

    Cavolo se me lo ricordo il periodo giffanimoso! Gif ovunque….e ricordo in particolare quelle work in progress presenti praticamente ogni volta! 🙂

    Tornando al punto chiave, ottime indicazioni. Proprio in questi giorni giorni discutevo di come quest’anno sarà definitivamente quello della massima semplicità, visto che come hai giustamente scritto tu, abbiamo sempre meno tempo a nostra disposizione.

    Eppure sembra che molti si ostinino a cercare il bello e il funzionale nella complessità e nei design elaborati! Certe volte ci sfugge quanto sia bella e importante l’armonia della semplicità 😉

    • Cinzia Di Martino ha detto:

      Oh si @Daniele_Carollo:disqus come dimenticare il tizio con il piccone e il cartellone “Work in progess” che campeggiava per mesi e mesi e mesi..

      Comunque speriamo che sia l’anno della semplicità per tutti, clienti compresi! 😉

  5. Dario Vignali ha detto:

    Super super super grazie per la citazione Cinzia 😉

  6. Ciao! Non è da molto che ho scoperto il tuo blog e come un ape affamata sto volando di post in post 😀 Mi piace la positività che trasmetti, sei molto incoraggiante!
    Condivido moltissimo questo articolo, infatti anche se non vendo nulla nel mio piccolo neoblog, pur con le mie risorse limitate, mi sono impegnata e mi impegno per far si che sia carino e il più “immediato” possibile. Ho molta strada da fare, ma confido nella mia curiosità cimentandomi come Indiana Jones alla ricerca del “Sacro Graal Cibernetico” 😀
    Dopotutto il biglietto da visita si sa che è importante!
    Grazie per le dritte e a presto in un altro post! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by themekiller.com watchanimeonline.co