Guida al post perfetto su GooglePlus

Guida al post perfetto su GooglePlus

GooglePlus dà visibilità immediata al tuo brand, ma solo se segui le regole d’oro del post perfetto!

Sarò sincera: quando GooglePlus è comparso sulla scena dei social network, non ho avuto la tempestività di comprenderne le potenzialità.

Certo, mi sono iscritta, ma più per curiosità che per altro. Ci ho fatto un giro e non sono riuscita a raccapezzarmi più di tanto. E allora mi sono limitata ad esserci in formato clone di Facebook. Lo ammetto: è stato un erroraccio imperdonabile!

Poi i nomi più importanti del branding e del social media marketing (statunitensi) hanno cominciato a tesserne le lodi e finalmente mi sono decisa: dovevo approfondire l’argomento.

Da pochi giorni ho iniziato a seguire i consigli dei “grandi” e devo dire che GooglePlus è davvero strepitoso in termini di visibilità: è una bella sensazione ritrovarsi in prima pagina su Google cercando alcune parole chiavi (videomarketing, reputazione online e branding).

E oggi sono qui a dirti che (se ancora non lo stai facendo) è giunto il momento di lanciarsi in questa nuova avventura. E il punto di partenza di tutto è scrivere il post perfetto (o presunto tale).

Ed ecco le 4 regole per raggiungere l’obiettivo:

#1. Un titolo in grassetto e che sia accattivante (qui qualche suggerimento) e per gli utenti e che contenga le keyword per cui vuoi essere trovato.

#2. Una descrizione (breve) del problema e della soluzione
, sia che il tuo post punti ad una risorsa esterna (ad esempio un blog) o che tu intenda sfruttare GooglePlus come miniblog. Ovviamente non devi fare per forza un trattato scientifico: ti bastano una ventina di righe di contenuto o comunque l’indispensabile per aiutare o ispirare o motivare gli utenti.

#3. Link esterno, può essere all’articolo o al relativo pin su pinterest: scegli tu. Aggiungi solo un invito a completare la lettura o approfondire il contenuto o chiedi un repin. 😉

#4. Hashtag di riferimento, senza esagerare! Scegli con cura i due/tre che meglio categorizzano il tuo contenuto: non di più!

E infine una chicca: prima di pubblicare il post, sostituisci la preview del link esterno indicato con un’immagine, per massimizzare l’effetto +1 sul tuo post.

Io in soli dieci giorni ho notato la differenza nei risultati di ricerca di google, nel numero di visite e di connessioni. E tu hai già provato o devi ancora metterti alla prova?

UPDATE: Per tradurre in chiave #visual quanto detto presentato nell’articolo, ho creato una infografica. Spero ti piaccia e ti sia utile per memorizzare meglio le regole 😉

[infografica] Guida al post perfetto su Google Plus

Photocredit: cinziadimartino.it



Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Cinzia Di Martino
Cinzia Di Martino
Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.

52 Comments

  1. Alessandro Pozzetti ha detto:

    Buongiorno Cinzia,

    come sai, qualche giorno fa, scrissi proprio un articolo similare http://goo.gl/rvkxNj in particolare sulle prime due settimane di vita del mio account Google+

    Condivido il tuo post, mi ci ritrovo, assolutamente!

    Io il tuo trucchetto dell’immagine lo usavo già per facebook, perchè se pubblicavo la preview del link (col link in evidenza) la visibilità mi crollava di brutto.

    • Cinzia Di Martino ha detto:

      Buongiorno Alessandro,
      in effetti siamo ormai abituati ad utilizzare le immagini, ma noto che l’autocreazione della miniatura è talmente comoda che per motivi di tempo non tutti la sostituiscono 🙂

      • Daniele Imperi ha detto:

        Che cos’è l’autocreazione della miniatura?

        • Cinzia Di Martino ha detto:

          @danieleimperi:disqus oggi con le parole non ci sono molto ^_^ Hai presente quando includi un link in un post e ti si crea la miniatura della foto con il titolo dell’articolo?! Ecco quella! [Non potevo spiegarla peggio.. ho il cervello dislessico oggi 🙁 ]

          • Daniele Imperi ha detto:

            Ah, ok, capito 🙂
            Io la tolgo sempre, preferisco l’immagine che inserisco io.

  2. Ciro Marandola ha detto:

    Ottimo, brava. Complimenti per il layout nuovo. Minimal, meglio 🙂

  3. Christian Forgione ha detto:

    Praticamente sta ricalcando le orme di FB ?? … Bellissimissimo il nuovo layout

  4. Fabio Ottaviani ha detto:

    G+ mi sta piacendo molto ultimamente e in più (rispetto a FB) non rompe tanto il C***o!!

    • Cinzia Di Martino ha detto:

      @disqus_0lyUlVxFoa:disqus penso che stiamo (lentamente) cominciando ad ampliare la mentalità #social (finora FB per antonomasia) e ad abituarci a G+ (e nel caso di chi lavora nel #smm, l’impegno è maggiore proprio per ripicca nei confronti di FB) ^_^

      Comunque comincia a piacere molto anche a me 😉

  5. Boris Di Maggio ha detto:

    Solo una precisazione, su G+ se condividi un link (cioè clicchi sul tasto Link o incolli il link nella casella di condivisione) non puoi togliere la miniatura automatica (cosa possibile invece su Facebook), o meglio puoi toglierla ma non sostituirla (a meno che non ci sia un metodo che ignoro). Ciao, Boris! 🙂

  6. Claudia Girola ha detto:

    Ormai… i tuoi post sono di vitale importanza!

  7. Roberto ha detto:

    Ciao Cinzia, ottimo post come sempre, complimenti.

    Ho notato che l’ideale sarebbe, dico sarebbe perchè non sempre lo faccio, aggiungere del testo all’immagine che si condivide su Google Plus, magari proprio il titolo del post.

    A presto! 😉

    • Cinzia Di Martino ha detto:

      Ciao @roberto_gerosa:disqus,
      hai pienamente ragione. Il top (anche per il blog!) sarebbe preparare un’immagine con il titolo e il watermark: un modo come un altro di far girare sul web il proprio brand e sito annesso.. bisogna organizzarsi al meglio e in tempi brevi! 😉

  8. Michela Martini ha detto:

    Ciao Cinzia. Su G+ ci sono da parecchio ma data la scarsa attività credo di essere stata praticamente invisibile. Dopo avere letto qualche post sulle potenzialità di questo social ho deciso di dedicarmici. Sono nella fase workinprogress e ieri ho battezzato la mia pagina SPAZI FLUIDI. Se ti fa piacere puoi aggiungermi alle tue cerchie.http://bit.ly/19PwrUG
    A proposito, non mi è ancora capitato di leggere un articolo che mi faccia capire la differenza fra pagina e profilo personale. Di fatto ho attivato la mia per poter usare Hootsuite anche con G+, ma sto ancora studiando. Ne sai qualcosa?

    Mentre invece, non occupandomi di #smm sono arrivata per intuizione a capire, prima su Facebook, l’importanza di sostituire la miniatura con un’immagine scelta da me,
    Grazie e buon 2014.

    • Cinzia Di Martino ha detto:

      Ciao @michela_martini:disqus,
      accerchiata! ^_^

      La differenza tra profilo e pagina è tale e quale alla distinzione già presente su Facebook (io le ho entrambe su entrambi ^_^).

      Il problema è che l’automatizzazione delle pubblicazioni al momento è attiva solo sulle pagine e solo su Hootsuite.

      Per pubblicare sul profilo puoi usare un’estensione di Chrome (DoShare) che però pubblica solo se il browser è attivo.. quindi le pause non sono ammesse!

      Sinceramente penso che punterò più sul profilo che sulla pagina.. ma è ancora tutto in divenire: #workinprogress continuo!! 😉

      • Michela Martini ha detto:

        Grazie @cinziadm:disqus,
        pure io le ho entrambe su entrambi e ogni tanto, devo ammettere mi sembra di creare solo dei doppioni. Sarà che su Facebook c’ero entrata all’inzio per ..diletto e così la pagina mi dava la sensazione di poter distinguere il serio dal faceto, ma ora noto che i miei movimenti, non sempre consapevoli, volgono sempre più alla costruzione di un #brand di tutto rispetto. Che poi io, #brand e Spazi Fluidi abbiamo un cuore e un’ anima sola…
        Buon #workinprogress allora! 😉

  9. Boris Di Maggio ha detto:

    Aggiungerei anche la chicca numero 2: Condividere un link con anteprima automatica fornisce un piccolo vantaggio in termini SEO. Condividere invece una immagine (come giustamente suggerito da te) è meno influente a livello SEO ma aumenta di molto l’engagement, quindi la probabilità di ricevere +1 e condivisioni. Saluti, Boris 🙂

  10. […] qui ti rimando all’ottima Cinzia Di Martino con i suoi ottimi consigli ( che ti lascio leggere in santa […]

  11. Milkbook ha detto:

    Ciao Cinzia, il post è molto chiaro e utile. Ho da chiederti solo un chiarimento: quando dici di inserire uno o due hashtag, intendi alla fine del post (separati dal post, intendo), oppure in mezzo al post, mettendo i # fra le parole del post? Qual è il modo migliore? Grazie in anticipo.
    Francesca

  12. Le regole per un post ideale | Christian Forgione, Social-Mente Tech ha detto:

    […] Benvenuto 2014, che sia un anno migliore per tutti voi, in questi giorni di “relax” lavorativo mi sono divertito a leggere e navigare tantissimo, uno dei post migliori che mi ha colpito tantissimo dal quale prendo ispirazione e vi invito assolutamente a leggerlo se non l’avete già fatto è Guida al post perfetto su GooglePlus di Cinzia DiMartino. […]

  13. gloria vanni ha detto:

    Ti voglio bene, Cinzia! Perché nel tuo essere grandiosa sei anche così “umana” da non pubblicare da venerdì 3 gennaio 2014: tre giorni! Un passo dopo l’altro, metto in pratica sul blog i tuoi consigli e faccio tesoro di questi altri tuoi preziosi insegnamenti per la futura pagina di LessIsSexy su Google+. Che da domani inizio comunque a usare su quella personale. Grazie! E grazie a Boris per la Chicca numero 2;)

    • Cinzia Di Martino ha detto:

      Ieri ti ho risposto via email, ma è giusto che risponda anche pubblicamente 🙂
      Anche io ti voglio bene @gloriavanni:disqus ^_^

      • gloria vanni ha detto:

        Grazie, Cinzia!!! Continuo con i complimenti: la nuova grafica del tuo blog mi piace molto: pulita, chiara, essenziale… come sai amo il minimalismo! Quindi, il tuo affetto è per me un dono prezioso, da condividere, uno stimolo a migliorare e… a questo non c’è GRAZIE che basti! Sul mio Mac c’è una pagina con Le saggezze di Cinzia e un’altra con le saggezze di Riccardo @mysocialweb @riccardoesposito… ogni tanto le apro e le leggo, la speranza è che chissà che, tra tanta saggezza, anche la mia trovi il suo cammino… per diventare GRANDE!

  14. Alessia Savi ha detto:

    Articolo utilissimo come sempre Cinzia!
    Sono un po’ latitante, ma ti seguo sempre con interesse. Ora provo a metterei n pratica i tuoi suggerimenti, ripasso tra un po’ per darti gli effettivi riscontri. Ma sono piccina, per vederli ci vorrà un po’!
    Ed ora, torno su G+!

  15. monica moretti ha detto:

    Grazie Cinzia,
    praticamente ho fatto un mini corso gratuito.
    L’ho promesso e lo farò, nel 2014 seguirò anche il mio account personale di Google+ oltre a quello aziendale, per quello aziendale avevo già ottenuto buoni risultati, quello personale è praticamente in letargo. Il mio problema è questo: io ho il profilo personale per poter accedere a quello aziendale (così come con facebook) ma non sono una professionista, non ho un blog e non mi interessa particolarmente farmi conoscere, ho già detto più volte che l’azienda dove lavoro ora è quella che mi porterà alla pensione, se mai ci arriverò. Io con il profilo personale di Facebook fondamentalmente ci cazzeggio, di quello di Google+ cosa me ne faccio ? Ha senso usarlo per il cazzeggio come Facebook ?

    • Cinzia Di Martino ha detto:

      No Monica, piuttosto usalo come trampolino di lancio delle tue condivisioni.. mostra comunque chi sei e cosa segui! 🙂

      • monica moretti ha detto:

        OK, Cinzia, farò la brava, magari cercherò di essere più professionale di quanto non sia su Facebook. Grazie come sempre, generosa nel dispensare consigli e brava nel tuo lavoro. Spero per te un 2014 ricco di soddisfazioni professionali e tanta, tanta salute (lo so che è sempre la solita frase fatta ma se non c’è la salute purtroppo passa tutto in secondo piano, la diamo troppo spesso per scontata). Un bacione

        • Cinzia Di Martino ha detto:

          Purtroppo hai ragione @monicamoretti:disqus: diamo tante cose per scontate, che scontate invece non sono! E spesso ci perdiamo tanto della vita perdendoci sui dettagli inutili. Ti auguro che sia un 2014 di Successi, Soddisfazioni e Sorrisi in quantità industriali!! Un abbraccio forte a te ^_^

  16. Ilario SeoCopy Gobbi ha detto:

    Ottimo articolo, in effetti trovo che Google+, con le sue possibilità di formattazione, renda ancora più invitante la condivisione degli articoli e citare gli autori originali come forma di riconoscimento e per integrarli nelle conversazioni (oltre al fatto che magari in futuro avrà anche un vero valore di posizionamento SEO).
    P.S.grazie per l’infografica, molto utile! ^_^

  17. […] Guida al post perfetto su Google Plus […]

  18. […] Post – I post di maggior successo su Google Plus? Sono completi, ricchi di informazioni, simili agli articoli che pubblichi sul blog. Che scoperta, vero? Le persone amano i contenuti densi, ricchi di informazioni. Pubblica post ben formattati, arricchiti con immagini e link, curati in ogni singolo aspetto. Anche nella scelta del tag title. Un buon esempio di post su Google Plus è quello descritto da Cinzia Di Martino. […]

  19. TERRY Resp ha detto:

    Non ho parole! Hai detto tutto..ora devo solo mettermi alla prova!

  20. Infografica: una moda passeggera? Lo chiediamo a Cinzia De Martino. | La Gazzetta di Pistoia ha detto:

    […] giorno e notte. Ultimamente ho creato alcune infografiche How-To su GooglePlus e Pinterest (Guida al post perfetto su GooglePlus, Come ottimizzare la tua GooglePlus Hovercard e Guida a Pinterest per i Brand: 9 suggerimenti […]

  21. Everlind ha detto:

    Bellissimo articolo Cinzia, complimenti.

    Una curiosità se posso: anche con Google + (stile Twitter), è consigliabile pubblicare un articolo più volte nell’arco di una settimana o anche più tempo? O pensi, che convenga farlo una sola volta?

    Grazie 😉

  22. Social e Microblogging - Lost in...Lost in… ha detto:

    […] la testa. Così ho dedicato un paio di sere a leggere i post di chi G+ lo conosce bene. ▣ Guida al post perfetto su GooglePlus, di Cinzia di Martino: questo è stato il primo. E dopo ho proseguito con gli altri, trovati […]

  23. Marino Baccarini ha detto:

    Utilissimo il post e ancora più utili i tanti commenti che nascondono, spesso, un bonus di informazioni. Seguire i consigli degli esperti dimostra, una volta di più, che scrivere un post completo di foto ottimizzata con testo interno e Exif, strumenti interni di condivisione, call-to-action, e tag ottimizzati seo può richiedere, ricerche e bozze incluse anche diverse ore, soprattutto quando si tratta di un approfondimento. Occorre ricordarlo spesso a chi crede che basti una manciata di minuti e a che confonde ancora article marketing, content curation, content marketing.

  24. […] Capito il motivo per cui non posso più ignorare Google Plus, come si fa a scrivere un post con tutti i crismi?? Voglio dire, è come avere in mano una spada laser, e non sapere come si accende!! Qui mi è venuta in aiuto (come spesso accade, devo ammettere) Cinzia di Martino, con il suo articolo sul post perfetto. […]

  25. Ciao Cinzia, volevo ringraziarti per questo post e farti i miei complimenti per la tua grande professionalità e competenza. Mi ha fatto davvero piacere “trovarti” 😉

  26. Non ho alcun dubbio che tu ci riesca.. 😉

  27. […] capitato di consultare, quello di Cinzia Di Martino è, a mio avviso, il migliore. Il post lo trovi qui, mentre sotto ti lascio la sua infografica, molto ben […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by themekiller.com watchanimeonline.co