Pinterest introduce i Promoted Pins per le aziende

Pinterest introduce i Promoted Pin per le aziende

Da oggi anche potrai contare sull’aiuto di Pinterest per aumentare il numero di visite e visitatori al tuo sito: nascono i Promoted Pins.

Pinterest introduce i Promoted Pin per le aziende

Photocredit: cinziadimartino.it

Se sei un Brand e sei su Pinterest, il tuo scopo non è quello di vendere (almeno non il primo), ma di ammaliare, stupire, ispirare nuovi e interessanti modi alternativi di utilizzare i tuoi prodotti e/o servizi.

E siccome da recenti studi è stato provato che “tira più un Pin che un post pubblicizzato su Facebook” (in termini di visite al sito/blog di riferimento), Pinterest ha deciso di regalare alle aziende un nuovo strumento DIY (fai-da-te): i Promoted Pins.

Saranno disponibili su ads.pinterest.com e si baseranno sulla filosofia del cost-per-click.

Ma per poter usufruire di questo nuovo strumento, è necessario avere un account di tipo Business, verificare il proprio sito/blog e attivare i Rich Pin.

Solo a quel punto potrai pensare di creare la tua personale strategia visual che deve comprendere l’utilizzo di immagini ad alta risoluzione e la creazione ah hoc di immagini verticali e personalizzate.

I Promoted Pins arricchiranno di dettagli i già ricchi Rich Pin, ma attenzione a non cadere in trappola: non creare immagini per vendere, continua a creare pin che piacciono agli utenti. Un’immagine che ispira, una citazione e il riferimento al tuo Brand: tanto ti è bastato e continuerà a bastarti per veder crescere ogni giorno i numeri del tuo account su Pinterest.

E allora in attesa di poter utilizzare questo nuovo servizio, che si fa? Una delle possibili risposte è di cominciare a creare i tuoi pin.

Ritratto del Promoted Pin ideale

Di certo è un’immagine che ispira, con poco testo (e che sia chiaro) e personalizzata per il tuo Brand (ovvero sito, con o senza faccina). Sarà largo almeno 600 pixel e lungo decisamente di più (per caso ti ho già detto che i pin più condivisi sono VERTICALI?). La bellezza delle immagini utilizzate è senza tempo ed è riconosciuta non a livello soggettivo, ma oggettivo.

Il testo non si trova nella parte alta dell’immagine (altrimenti scompare nel nulla quando condividi sugli altri social). Inoltre è leggibile anche da mobile. Infine è informativo, interessante e senza tempo (e ispira all’azione).

Le pessime abitudini da evitare fin dal principio invece riguardano:

  • l’uso degli hashtag (banditi nelle immagini e nelle descrizioni!)
  • la presenza di bordi (arrotondati o non) nell’immagine
  • i contenuti promozionali, quali eventuali prezzi e sconti (i dati aggiuntivi vengono gestiti in automatico dal sistema con i Rich Pin)
  • i riferimenti temporali; ricorda che un pin è per sempre!

E a questo punto non mi rimane altro da dire: in attesa che vengano attivati, hai da (se non lo hai già fatto):  trasformare la tipologia del tuo account – da personal a Business- , verificare il tuo sito e attivare i Rich Pin.

Se te lo sei perso, ecco un modo semplice ed indolore per attivarli 😉


E adesso non mi rimane altro da fare che chiederti… come pensi che utilizzerai i tuoi Promoted Pins? Io mi metto in fila: appena li attivano, voglio essere presente in prima fila! Ti aspetto? Condividi l’articolo e vieni dai: Have Fun & Share It 😉

 



Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Cinzia Di Martino
Cinzia Di Martino
Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by themekiller.com watchanimeonline.co