Pinterest: nuove guided search e vecchie strategie

Pinterest: nuove guided search e vecchie strategie

Pinterest introduce le ricerche guidate, solo su mobile e solo in inglese, al momento. Devi cambiare la tua strategia?

Pochi giorni fa l’annuncio dell’update di Pinterest scombussola l’esistenza del web: si parla di ricerche guidate e a guardare i video esplicativi e a leggere la guida introduttiva, sembra davvero un’ottima innovazione per i marketers.

Personalmente non ho resistito alla tentazione di condividere subito la notizia, ma a guardare i risultati non mi pare che la notizia abbia fatto presa più di tanto.


A qualche giorno di distanza (e con qualche condivisione in più in giro per il web sull’utilità della nuova funzionalità) torno sull’argomento perché a leggere per bene le indicazioni ufficiali la vita degli utenti sarà più facile, ma quella dei marketers non cambierà di molto (per fortuna – aggiungo io!). Per gli utenti, la ricerca diventa esplorazione: meno digitazione e più navigazione. E attraverso le immagini scoprire nuovi punti di vista. E che il sistema della navigazione delle immagini funzioni è un dato di fatto (altrimenti Pinterest non sarebbe ancora tra noi!). Per quanto riguarda i marketers, in buona sostanza, la nuova funzionalità non avrà effetti sul rank dei risultati di ricerca. Quindi non sarà necessario modificare nulla per i (Personal) Brand: i 9 suggerimenti della guida sono ancora validi! L’unica cosa che continuerà ad avere peso sarà la dettagliata descrizione dei Pin e l’utilizzo delle Keyword utili per farsi trovare dagli utenti e per portare traffico al sito. E (ovviamente) puntare tutto sulle immagini! E allora rendiamo tutto più piacevole con alcuni suggerimenti pratici, vuoi?

1. Le dimensioni contano!

Ci sarà un perché se Canva ha lanciato di recente un template dedicato a Pinterest: usiamolo! Le immagini verticali aiutano i repin e le dimensioni ideali suggerite sono di 735×1102 pixel. Se hai un blog, crea sempre due immagini di diverse dimensioni: una per accompagnare l’articolo, l’altra per aumentare la visibilità su Pinterest. E ricordati di aggiornare i vecchi contenuti del tuo blog con le nuove immagini e condividile sul tuo account Pinterest.

2. Parole: poche ma buone

Quando carichi i tuoi pin, cura le descrizioni e aggiungi le keyword per raggiungere il tuo target. Lo sai che Pinterest è la prima fonte di immagini anche nelle ricerche su Google? E allora che aspetti ad ottimizzare i tuoi testi? Brevi ma intensi e… non dimenticare la call-to-action e il link al tuo articolo.

3. Ricorda: gli hashtag sono infallibili

Per massimizzare la visualizzazione dei tuoi contenuti sfrutta gli hashtag. Segui i Trending Topic su Twitter per rimanere connesso ai contenuti più ricercati dagli utenti e ai potenziali follower, interessati ai tuoi argomenti. Poi ripeti le operazioni anche su Google+ e su Instagram e vedrai che risultati!

4. Analizzati e arricchisciti

Prenditi un po’ di tempo (ne basta davvero poco) per migliorare la tua situazione di partenza. Aggiungi al tuo sito tutti gli strumenti necessari per sfruttare la potenza delle immagini e di Pinterest.

Attiva i Rich Pin (ecco come fare in meno di 2 minuti!) .

Usa il PinIt Button per semplificare la condivisione dei tuoi contenuti.

Aggiungi il tuo account Pinterest ai contatti social del tuo sito.

Inserisci il tuo account Pinterest in calce alla tua email.

 

E quando hai fatto tutto, non ti rimane che una sola cosa: divertiti divertiti e ancora divertiti! Libera la tua fantasia e la tua creatività. Prova, analizza e riprova e individua cosa piace a chi ti segue e asseconda i loro gusti.

Se pensi che i suggerimenti possano essere utili alla cugina Francy che realizza bijoux o all’amico Giacomo, talentuoso fotografo, o alla vicina di casa appassionata foodblogger… Have Fun & Share It ^_^

 



Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Cinzia Di Martino
Cinzia Di Martino
Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.

4 Comments

  1. […] Pinterest introduce le ricerche guidate, solo su mobile e solo in inglese, al momento. Devi cambiare la tua strategia?  […]

  2. […] Pinterest introdurre le Ricerche Guidate, solo su cellulare e solista in inglese, al Momento. Devi cambiare la Tua STRATEGIA?  […]

  3. Annarita Faggioni ha detto:

    Ciao Cinzia :). Molti avevano messo Pinterest come fanalino di coda delle proprie strategie social: ora dovranno ricredersi 🙂

    • Cinzia Di Martino ha detto:

      Ciao @piacerescrivere:disqus 🙂 Pinterest è partito in sordina e trattandosi di immagini è stato sottovalutato e tenuto in poca considerazione.

      Quando i numeri hanno iniziato a diventare importanti e considerando che è abitato al più da donne, hanno cominciato a ricredersi.

      Adesso non solo lo popolano, ma lo rivalutano, lo studiano e lo vivono ^_^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by themekiller.com watchanimeonline.co