Creare un marketing di successo è come risolvere un puzzle..

Un marketing di successo può essere frutto della ragione o della passione, proprio come la composizione di un puzzle..

Tu che tipo di risolutore sei? 

 

Ho imparato ad amare i puzzle guardandoli fare da mio nonno.

Lui era un vero appassionato: non ne acquistava mai da meno di diecimila pezzi, raffiguranti paesaggi e cromaticamente uniformi (in modo da aumentare la difficoltà di composizione).

Alla sua passione aveva sacrificato il tavolo più spazioso della casa. E non lasciava mai passare più di una settimana dal completamento di un quadro all’acquisto di una nuova “opera”: e la sfida ricominciava.

Adoravo quel giorno. Rimanevo ad osservare per ore la sua tecnica organizzativa: impeccabile.

Svuotava la scatola, separava i pezzi “cornice” dagli altri con estrema meticolosità, poi riponeva gli scartati nella scatola e la richiudeva. Solo a quel punto osservava l’immagine con cura e attenzione e cominciava a creare la cornice esterna. E continuava, avvalendosi di una lampada da tavolo, per tutta la sera, anche la notte se necessario, fino a contorni definiti.

Da quel momento iniziava la sfida vera e propria: un occhio all’immagine e uno ai pezzi (suddivisi nella scatola per tonalità cromatica) e giorno dopo giorno vedevo “il quadro” prendere vita e i suoi occhi riempirsi di gioia e soddisfazione, fino al completamento dell’opera.

Esiste però un altro tipo di approccio: svuotare la scatola e cercare di agganciare i pezzi come viene, vivendo la stessa magia al comporsi dell’immagine. E non è detto che questo secondo metodo sia sbagliato: l’efficacia dipende dalla capacità  (organizzativa e creativa) personale del risolutore. Di certo può essere più dispendioso, sia in termini di tempo che di numero di tentativi, ma porta allo stesso risultato.

Allo stesso modo funziona nella creazione di un marketing di successo, che non vuol dire solo  generare visibilità, creare conversazioni e raggiunge gli obiettivi seguendo le regole: perché se segui tutte le regole ti perdi il divertimento 😉

Si può creare prima un piano, organizzarne le parti e svilupparle fino alla visione completa. Oppure.. si può pensare di partire da un singolo tassello senza avere un’idea precisa di quale opera si potrà ammirare alla fine della composizione, ma lasciandosi guidare da tenacia e determinazione.. In entrambi i casi sarà un successo, o no?

 

E tu che tipo di risolutore sei: analitico o passionale? 🙂

 

Quanto ti è piaciuto questo articolo?


Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Cinzia Di Martino
Cinzia Di Martino
Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.
Shares

Powered by themekiller.com watchanimeonline.co