Francesca Oliva e il segreto del suo successo

Intervista personale e professionale a Francesca Oliva: mamma, gran chiacchierona, si occupa di comunicazione web e anche di dolci (ma questa è un’altra storia). Ideatrice e creatrice di #FashionAndroid, #Twimef e #PalestraWriter.. e mi fermo per motivi di spazio!

Francesca Oliva e il segreto del suo successo

Photocredit: Francesca Oliva

I tuoi contatti?

[Siti web e account social su cui sei attivo]

Francescaoliva.it è il mio sito.

Facebook: Checcao

Twitter: @Checcao

Google Plus: Francesca Oliva

Linkedin: Checcao

Pinterest: Checcao

Slideshare: Checcao

E poi… beh, ho un profilo ovunque, ma questi sono i Social che uso di più.

Vizi e virtù di Francesca
[Per la serie sono una donna, non sono una santa..]

La gola mi ucciderà… lo so. Sono golosa, anzi golosissima ecco il mio primo grande vizio. Sono anche impaziente e la cosa non è adeguata per chi fa questo mestiere. Il web può dare grandi soddisfazioni, ma non sempre con continuità e la mia pochissima pazienza è un grande limite soprattutto quando si hanno in mente progetti ambiziosi. Ma ho anche qualche virtù e la riconosco: intanto so fare squadra, difficilmente mi arrendo (tranne che nei giorni in cui gli ormoni mi remano contro) e sono una brava  cuoca, o almeno così dicono.

Vizi e virtù di Checcao
[Ovvero ciò che ti contraddistingue e definisce nel web 2.0]

Credo che il segno distintivo di Checcao sia la disponibilità. Rispondo sempre a tutti quelli che mi pongono un qualsiasi quesito, e se non conosco la risposta mi informo (è strano come la gente sia avversa all’uso di Google… ). Certamente mi contraddistinguono anche le emoticons: ne faccio un uso smoderato, in qualsiasi contesto 😉 😀 😛

Saggezza in pillole
[La tua citazione (famosa o non) preferita]

Citazioni bellissime ce ne sono a bizzeffe, ma credo che la mia preferita sia quella di Charlie Chaplin che recita così:

[Tweet “Un giorno senza un sorriso è un giorno perso by @checcao”]

Credo di averla sempre conosciuta, forse è una delle prime citazioni che ho scritto sul mio diario da quattordicenne sfigata, ma l’ho capita solo quando ho creato la mia famiglia e ho compreso come un sorriso possa cambiare l’atmosfera in casa. Soprattutto quello della mamma.

Per fortuna che c’è….
[La tua principale fonte di ispirazione]

La mia famiglia. Mio marito Stefano che mi sostiene anche quando la cena non è pronta e la biancheria non è stirata, e la mia bambina Claudia che si gasa dicendo “la mi’ mamma lavora su “puntoIT e puntoCOM”, ma anche Wela il pastore tedesco di 14 anni che mi fa arrabbiare ogni mattina quando trovo quintali di pelo in casa, ma che si sa far perdonare con quegli occhioni dolci. Ma non solo: per fortuna che c’è anche Saverio Bruno il mio socio e amico che mi supporta e soprattutto sopporta ogni giorno.

E poi, beh, per fortuna che ci sono le persone sul web che mi apprezzano e mi dimostrano il loro affetto con i loro commenti, tweet, interazioni, ma anche quelle che mi sopportano poco (so che ci siete da qualche parte) e che magari tendono a copiare i miei progetti… a voi dico: sembro grulla, ma non lo sono 😛

Il tuo Blog è la meta preferita di..
[Chi sono i tuoi lettori ideali e cosa trovano di diverso dagli altri Blog]

Di chi cerca di fare del web una professione. Ma in realtà non è solo merito mio, ma soprattutto delle persone che scrivono in palestra writer… la mia infinita pigrizia mi impedisce di gestire nel modo corretto il blog. Ed è un vero peccato.

Su Twitter..
[Come gestisci la tua presenza e cosa cambieresti (e perché)]

Vorrei trascorrere su Twitter molto, ma molto più tempo. Ultimamente infatti sono completamente assorbita dai nuovi progetti e uso pochissimo il mio profilo personale. Che dispiacere.. pensare che mi ha portato così tante soddisfazioni!

Su Facebook..
[Come gestisci la tua presenza e cosa cambieresti (e perché)]

Uso moltissimo i gruppi segreti, le fanpage per ovvi motivi e poco il mio diario personale e solamente per fatti lavorativi. Difficilmente parlo di me e della mia vita privata o posto foto di famiglia. Non so, forse non cambierei niente della gestione di Facebook, diciamo che ho trovato un social-equilibiro 🙂

Su Google+..
[Come gestisci la tua presenza e cosa cambieresti (e perché)]

Lo gestisco male, molto male. Sicuramente vorrei trascorrerci più tempo, perché ci sono molte persone meritevoli che hanno fatto il grande passo abbandonando Facebook per il social di Google e mi piacerebbe continuare a stringere rapporti con loro. Chissà, magari un giorno lo userò meglio e non solo per le pagine aziendali.

Su Pinterest..
[Come gestisci la tua presenza e cosa cambieresti (e perché)]

Pinterest non lo uso più, o quasi, ma non perché non mi piaccia, piuttosto perché mi fa perdere la testa! Apro Pinterest e mi perdo tra decine di foto.. è come una droga, una volta entrati nel tunnel non se ne esce più!

Su Linkedin..
[Come gestisci la tua presenza e cosa cambieresti (e perché)]

Anche qui poca interazione, lo riconosco. Ultimamente Linkedin non è più quello di un tempo, quindi non so se cambierei qualcosa della mia gestione perché non so quanto ne valga la pena. Controllo però sempre le notifiche e cerco di rispondere ai messaggi tempestivamente.

Su Slideshare..
[Come gestisci la tua presenza e cosa cambieresti (e perché)]

Ho solo qualche presentazione, ma sto lavorando per farne molte, molte altre. Vorrei migliorare la mia presenza su questo social perché mi piace molto questo tipo di comunicazione, apprezzo le presentazioni e credo che si possa capire tanto di un professionista leggendo le sue slide.

Su YouTube..
[Come gestisci la tua presenza e cosa cambieresti (e perché)]

Ho un canale Youtube che uso per le registrazioni dei webinar gratuiti che faccio con palestrawriter, sono segnata ai canali che mi interessano e lo uso molto per ascoltare musica mentre lavoro (sì, lo so.. è un controsenso ascoltare e non guardare video su Youtube, ma io sono contraddittoria fin dalla nascita). Una cosa la cambierei, e forse lo farò: andrò dal parrucchiere e mi truccherò prima di registrare webinar… sembro sempre una “scappata di casa” 😀

Attrezzi del mestiere..
[Di quali strumenti di gestione e analisi non potresti fare a meno?]

Non uso moltissime cose, o almeno a me non sembrano tante, ma tutto è relativo. Dunque non posso rinunciare ai gruppi di Facebook, a Hootsuite, a Google drive e a Dropbox, né a tutti  e quando dico tutti intendo tutti, gli strumenti di analisi di Google. C’era un periodo in cui Trello era il mio migliore amico, ma si sa.. le amicizie finiscono.

Il segreto del tuo successo è..
[Un suggerimento da condividere con chi non è ancora arrivato “in cima”]

Non lo so perché in realtà non ho avuto successo. Comunque credo che il mio segreto sia la spontaneità, il sorriso e la disponibilità. Oddio detto così sembro una che fa cabaret… 😀

Ehi Cinzia, hai dimenticato di chiedermi..
[Come sai ho un’età! Se ho dimenticato di chiederti qualcosa di importante, per favore scrivimelo qui sotto 😉 ]

Cinzia, invecchi male, eh! Non mi hai chiesto nulla dei miei progetti del cuore! Primo fra tutti FashionAndroid a seguire Twimef e dulcis in fundo ma non per importanza Palestra Writer.

FashionAndroid ormai lo conoscete, è il mio primo bambino digitale e ci sono molto affezionata. Twimef è nuovo, ma non troppo e sta già portando grandi soddisfazioni.

Palestra Writer è l’adolescente, il progetto che sta cambiando, sta crescendo e si sta evolvendo.. presto ne vedrete delle belle!

 

Io mi sono divertita tantissimo a leggere l’intervista di Francesca (aka @Checcao): spiritosa, simpatica e comunque sul pezzo. Se anche a te è piaciuta, condividila con amici, parenti e conoscenti (psss è gratis)!!



Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Cinzia Di Martino
Cinzia Di Martino
Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.

6 Comments

  1. Valeria Pistolato ha detto:

    Quanta allegria, vivacità e voglia di fare che sono riuscita a leggere fra le righe!! 🙂

  2. TERRY Resp ha detto:

    Mi piacciono molto queste interviste, ma mi piacerebbe anche leggere qualcosa in più su questi bellissimi successi. S’ impara tanto sopratutto tanti nomi a me ancora sconosciuti. Ma perché non raccontare anche come nascono questi successi e sopratutto perché chiamati tali? Sono troppo curiosa ? O solo una sognatrice? Chissà 😉
    Comunque complimenti a Francesca che tra l’ altro ha il mio stesso cognome magari promette bene 😉 !
    Saluti
    Mamma manager
    Ultimo post:
    http://mamma-manager.blogspot.it/2013/11/come-ti-comporti-quando-non-raggiungi.html

    • Cinzia Di Martino ha detto:

      Beh Terry, di solito i successi sono figli dell’aver chiaro in mente il proprio obiettivo e della determinazione.

      E si chiamano successi quando e se sono sotto gli occhi di tutti. Francesca è ideatrice di Ideatrice e creatrice di #FashionAndroid, #Twimef e #PalestraWriter: più palese di così ^_^

      Grazie per il tuo contributo e per avermi fatto venire in mente alcune variazioni alle interviste 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by themekiller.com watchanimeonline.co