3 fonti di disturbo per la tua produttività

Tutta la tua vita professionale dipende dalla capacità di rimanere produttivo, ma le fonti di disturbo sono sempre in agguato. Come le gestisci?

3 fonti di disturbo per la tua produttività

Photocredit: flickr.com/beth19

Lavorare da casa è fantastico:  sei padrone del tuo tempo, non paghi affitto, non ti stressi per il traffico e il parcheggio, puoi far pausa ogni volta che ne senti il bisogno oppure lavorare indisturbato per ore ed ore, ma.. non è una favola a lieto fine se non si impara ad identificare le fonti di disturbo per la propria produttività.

Io sono una freelance, una mamma a tempo pieno e lavoro da casa. E ti assicuro che non è una passeggiata come potrebbe sembrare! Il tempo è la risorsa più preziosa che ho e, se non la ottimizzo, rischio di fallire come professionista e come mamma. E i fallimenti non lasciano un buon sapore.

Ogni giorno devo fare i conti con le tante attività necessarie per poter chiamare “casa” l’insieme di stanze in cui mi muovo ogni giorno, per gestire i miei figli e portare avanti il mio lavoro da freelance.

[Tweet “Stay focused, go after your dreams and keep moving toward your goals.”]

Ci ho messo un po’ di tempo, ma alla fine sono riuscita nell’impresa di riuscire a lavorare da casa: le ore di scuola e quelle notturne sono diventate il mio spazio lavorativo, le altre sono dedite a casa e famiglia.

E per riuscire ho dovuto modificare alcune malsane abitudini, che probabilmente sono anche le tue. (anche se lavori in ufficio).

1. Pulizia. Se anche la tua scrivania da lavoro è un’accozzaglia di post-it, fogli, penne e matite colorate che circondano tastiera e monitor; se non hai spazio per poggiare un bicchierino di caffè; se non trovi mai il foglio giusto quando lo cerchi (eppure era lì fino a pochi secondi fa, ne sei certo!).. beh direi che è giunto il momento di fare un po’ di pulizia.

Un’area di lavoro pulita ed ordinata è un ottimo punto di partenza per la produttività: fila liscia, senza blocchi, difficoltà e distrazioni. E perché non sia l’evento annuale del condominio, prima di concludere la giornata, prenditi 5 minuti per sistemare e fare ordine: domattina sedendoti alla scrivania potrai subito tuffarti a capofitto nel lavoro e tutto sembrerà più semplice.

2. Telefono. Sei nel bel mezzo della programmazione settimanale o nella stesura di un articolo e squilla il telefono: è tua madre (o la zia, un cliente o la mamma di un compagnetto di tuo figlio). Che fai? Rispondi.

Il problema non è l’aver risposto al telefono, ma il non porre subito un freno all’interlocutore. Accertati che non ci siano situazioni urgenti, che tutti stiano bene, poi con diplomazia e gentilezza chiedi di poter richiamare (alla prima pausa disponibile) o di inviarti un’email con il dettaglio delle richieste (ovviamente non a tua madre, ma ad un cliente). In questo modo, riduci al minimo la distrazione e rimani padrone del tuo tempo.

3. Social Life. E qui si fermano le lancette. Tenere aperti i canali di comunicazione social è il modo più semplice per perdere di vista i tuoi obiettivi. È inutile nascondersi dietro un dito: non resisterai alla tentazione di commentare l’aggiornamento di stato di un collega, di dire che ti piace l’immagine postata da un’amica, di condividere l’articolo sulle evoluzioni politiche dell’ultim’ora.

Non va per niente bene (anche se i social sono parte del tuo lavoro): un accesso ad ogni pausa e per un tempo limitato sono più che sufficienti per portare avanti i tuoi impegni senza trascurare i rapporti virtuali. Quindi.. fino alla prossima pausa chiudi Hootsuite o le finestre aperte sui social e vai di produttività!

 

Con questi piccoli accorgimenti sono riuscita ad organizzare meglio il mio lavoro (di freelance e di mamma). E tu hai già identificato le fonti di disturbo per la tua produttività? Mi piacerebbe sapere se sono uguali alle mie.. ^_^

 

Quanto ti è piaciuto questo articolo?


Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Cinzia Di Martino
Cinzia Di Martino
Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.
Shares

Powered by themekiller.com watchanimeonline.co