I 10 errori comuni su Twitter che facciamo anche nella vita reale

Esiste una correlazione tra gli errori comuni che facciamo su Twitter e la nostra vita di tutti i giorni? Pare di sì.. Che ne dite di conteggiarli e risolverli insieme?

I 10 errori comuni su Twitter che facciamo anche nella vita reale

immagine: dashburst.com

Partendo dal presupposto che di Twitter sono certa di non aver compreso ancora appieno le modalità d’uso né le tempistiche, è un sollievo sapere che degli errori elencati nel decalogo ne compio(forse) soltanto due. Vuol dire che ho buone speranze nella vita reale di non ritrovarmi in situazioni spiacevoli che non saprei come gestire.

Iniziamo subito con la lista degli errori comuni su Twitter e la relativa traduzione nelle nostre vite quotidiane e vediamo come migliorare le cose.

1. IperTweetteria

Già il prefisso iper (eccessivo) ci dice in modo chiaro che qualcosa non va. Se ti capita di tweettare (da solo e nel totale disinteresse del mondo che ti circonda) ogni 5 minuti, senza alcun controllo o filtro su ciò che scrivi.. beh, forse è il caso di fermarti e rivedere il tuo modo di fare.

Nel mondo reale, se ti accorgi che parli sempre e solo tu: dacci un taglio e non essere assillante!

2. La perversione del Venerdì (#FF)

Se anche tu sei tra quelli con la fissa del #FF  da oggi organizzati: il venerdì fai calcetto, lunghe passeggiate in autostrada, parti per scalare l’Everest.. insomma tieniti impegnato! No, il problema non è l’hashtag: è l'(ab)uso che ne fai.

Nel mondo reale, presenti mai una persona ad un’altra solo per il piacere di farlo? [Se la risposta è si.. fatti controllare da uno bravo!]

3. E tu sei zerbino o cafone?

Twitter è una piattaforma democratica: ci si ritrova tutti nello stesso calderone senza differenze. La differenza la fanno le personalità: c’è chi nasce zerbino e chi cafone. Entrambi hanno un atteggiamento eccessivo (lecchino il primo, offensivo il secondo) che manca di rispetto e dignità.

Nel mondo reale, se appartieni ad una delle due categorie, ti sarai accorto di esserti fatta piazza pulita intorno.. e allora tieni a mente: il rispetto prima di tutto.

4. L’estremo saluto a..

Se tweetti un R.I.P. per qualcuno, non puoi retweetare dopo 5 minuti un video comico.. Beh su questo punto c’è ben poco da esplicitare.

5. La sindrome da ReTweet

[Ne sono malata, ma guarirò da oggi] Pubblicizzare ogni complimento che ricevi può essere davvero indisponente per chi si trova a passare dal tuo account.

Nel mondo reale, se non fai altro che lodarti puoi solo imbrodarti (magari non ti picchieranno, ma di certo non fai una bella figura).

6. Siamo ciò che mangiamo?

Ti risulta che amici, parenti e conoscenti siano interessati a cosa hai ingerito a pranzo o cena? Ma anche no.. Tu stesso a stento ti ricordi di aver mangiato (per ricordarti anche il cosa devi fare uno sforzo mnemonico non indifferente!).

Con questa premessa, figurati quanto può essere considerato interessante come argomento da perfetti (virtuali) sconosciuti!

7. Mi vuoi ispirare? Ma anche no!

[ahi ahi ahi.. anche qui sbaglio clamorosamente] Di solito non capita di incontrare persone che parlino per citazioni motivazionali e ispirazionali.. Se ne conosci una, stampa la regola e inserisci nello spazio bianco la foto della tua conoscenza (e vedrai che il tuo muro rimarrà perfettamente lindo e pulito!)

8. Soffri di account multipli?

Sei mai stato al circo? Hai presente quel simpatico numero di clown che arrivano in tanti, tutti stipati in una piccola auto? Simpatico vero? Proprio perché è un numero da circo.

Nella vita reale utilizzare diversi account per motivi differenti può solo servire ad incasinarti la vita e fare figure barbine.

9. Spam.. come distruggersi la reputazione

Prima di utilizzare gli strumenti messi a disposizione da Twitter, rifletti. Sei sicuro che metteresti il messaggio che hai preparato nella buca delle lettere di ognuno dei tuoi seguaci? E sei sicuro che gli stessi non si lamenteranno con te e di te in giro per il web?

Se hai anche solo il minimo dubbio, cambia atteggiamento 😉

10. Regalare +K(lout)

Lo sai vero che Klout ce l’hanno tutti ma interessa a pochi? E poi  a nessuno interessa il tuo punteggio né che regali +K in giro tra i tuoi contatti e influencers! Non è così che si diventa influenti.

 

E dopo tante parole, vediamo la versione grafica di questa infografica semiseria. L’ho spezzata in varie parti per permettervi di goderti ogni regola in formato slideshow 😉

[nggallery id=4]

 

E visto che ti avevo promesso di risolvere ogni tipo di errore, ti suggerisco una cosa: smettila subito di comportarti così (sia online, sia offline). E adesso le dolenti note: tu compi errori comuni su Twitter e anche nella vita reale?

 



Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Cinzia Di Martino
Cinzia Di Martino
Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.

4 Comments

  1. Roberto ha detto:

    Allora vediamo:
    6. Però non in maniera esagerata. Del resto se volessi twittare ciò che mangio ogni volta che mangio (e mangio parecchio :D) il mio profilo sarebbe un ristorante.
    7. Ma solo quando sono ispirato particolarmente.
    5? Forse no, non ricevo complimenti e non sono il tipo che si vanta da solo. Però retwitto molti link.
    Forse manca un punto:
    11. Le crociate: tipico di chi si sente in guerra con tutti e a cui non va mai bene niente. I suoi tweet sono soprattutto accuse di ogni genere verso ogni tipo di istituzione pubblica ecc. Nella vita reale tutto fumo e niente arrosto del tipo “armiamoci e andate” 😀
    Io sono in guerra con la RAI dal momento in cui mi ha tolto la Formula 1 live :'(
    P.S.: #FF sta per?

    • cinziadimartino ha detto:

      Roberto, come sempre attivo e presente!

      Iniziamo dalla fine: #FF = Follow Friday. Il venerdì è abitudine comune ringraziare chi ha dato un contributo di valore (individuato soggettivamente) alla community. Chi si vede taggato in un tweet con #FF, risponde poi con un “#FF back”, come a dire grazie ^_^

      Per quanto riguarda il punto numero 11 direi che si può aggiungerlo tranquillamente alla lista degli errori più comuni sopra indicata. Grazie per il contributo! 😀

  2. Francesca Borghi ha detto:

    Ciao Cinzia,
    lettura utile ma anche molto simpatica 🙂
    Qualche errorino lo commettiamo tutti ma l’importante è poi correggersi e farne un uso sano e intelligente!
    Un tempo anche io facevo RT dei complimenti ma non perchè volessi menamerla ma solo perchè era talmente grande la soddisfazione e l’eventuale sorpresa che volevo condividere la mia gioia.
    #FF stavo riflettendo appunto stamattina se fare o non fare i #FF : 1 perchè è talmente inflazionato e usato male che ormai sembrano servire a poco, 2 perchè se vuoi far conoscere qualcuno lo fai tramite i RT.
    Beh sicuramente qualche FF lo farò ancora: pochi ma buoni.
    Tu che ne pensi?

    • cinziadimartino ha detto:

      Cara Francesca,
      sulla storia degli #FF concordo con te!

      E’ più che inflazionato e svuotato ormai di significato: preferisco usarlo con parsimonia. E che ne riceverà da me, saprà che sono davvero sentiti 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by themekiller.com watchanimeonline.co