Cosa vogliono i tuoi clienti? A3C!

Cosa mi spinge ad acquistare nel tuo negozio, se posso trovare gli stessi prodotti altrove?
La risposta alla mia domanda sei Tu! Sì, proprio Tu: perché tu non vendi un prodotto, ma regali benessere!

Quattro sono i parametri di giudizio cui ti sottopongono i clienti ogni giorno: se riesci ad eccellere in almeno tre dei quattro fattori, è fatta! La clientela è tua!

Accoglienza.
Un vassoio con dei buonissimi biscottini o un cestino pieno di coloratissime caramelle. La possibilità di offrire un caffè o anche un semplice aperitivo con annessi stuzzichini.
Accogli il cliente con un sorriso, riservagli delle attenzioni che altri non gli danno, crea da subito un’atmosfera di fiducia e reciproca stima: mettendolo a suo agio hai già abbassato le difese emotive del cliente.

Competenza.
Metti a disposizione del cliente la tua competenza, suggerendogli le scelte migliori per lui, anche se vanno contro i tuoi interessi: meglio avere un cliente soddisfatto (= buona pubblicità) che cinquanta euro in più in cassa (cliente insoddisfatto = cliente che non torna = pessima pubblicità).

Assicurati un cliente, non una vendita!
[Katherine Barchetti]

Cortesia.
Mantieniti sempre professionale e cortese nei confronti del cliente: ma non mentire!
Se una taglia 46 ti chiede come sta con l’abitino fasciato rosso fuoco, suggerisci un abito che metta in risalto il suo decoltè o con una vertiginosa scollatura sulla schiena: offrile un’alternativa che la valorizzi e che la faccia stare bene!

Convenienza.
Stupisci ed ammalia con un ultimo tocco di classe: offri convenienze che invoglino a tornare da te!
Un regalo inatteso (es. un foulard a completare l’abito), uno sconto speciale solo per i nuovi clienti (ricordati di creare un’anagrafica clienti che comprenda l’indirizzo email e numero di cellulare!! ), park card in omaggio per eventuali visite future e ogni altro tipo di convenienza (economica e non) che possa rendere il cliente soddisfatto e sorridente!

E tu come fidelizzi la tua clientela? Commenta l’articolo e scopri come si sono organizzati gli altri negozianti a riguardo!



Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Cinzia Di Martino
Cinzia Di Martino
Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.

6 Comments

  1. Eleonora Pitino ha detto:

    se posso avrei altri suggerimenti::- quando prendi gli appuntamenti controlla che non si creiono accavallamenti per evitare ritardi e lunghe attese..appena il cliente arriva dovrebbe aspettare non più di 5 al max 10 minuti (scusandosi comunque per il ritardo)….
    – creare un salottino per l’eventuale attesa comodo e accogliente con bella musica, bell’arredamento (ambiente caldo e stimolante), e il tavolino accanto alla poltrona che sia dotato di riviste sia di gossip che del settore al fine di incuriosire la clientela e dando contemporaneamente l’idea di un aggiornamento continuo del titolare..e le eventuali riviste devono essere recenti e non risalenti al 199..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by themekiller.com watchanimeonline.co