Il web a lezione di Bon Ton: come accogliere i clienti

Il tuo sito web è un luogo di passaggio e non un punto di riferimento? Allora forse dovresti imparare l’arte di come accogliere i clienti!

Il web a lezione di Bon Ton: come accogliere i clienti

photocredit: pinterest.com

Prova ad immaginare la scena.

Entri in un ristorante e.. trovi le luci spente, nessuno viene a darti il benvenuto, né ti accompagna al  tavolo, né prende la tua ordinazione: solo un tavolo, apparecchiato per una persona, con un bicchiere d’acqua e un piatto coperto. Lo volti e trovi un piatto di spaghetti al pomodoro, freddi; ti guardi intorno: non sei su “Scherzi a parte”. Nel locale non c’è nessuno. Infilzi la forchetta e i cento grammi scarsi di spaghetti rimangono perfettamente agganciati (e attorcigliati) alla forchetta. Peccato. Oggi avevi voglia di tagliatelle al ragù e un bel bicchiere di vino della casa.

Cosa  fai?

Azzardo la risposta al posto tuo.

Dopo aver chiamato a gran voce (nell’ordine) qualcuno, cameriere, chef, sommelier, cassiere e direttore e non vedendo arrivare nessuno, fai spallucce, giri sui tacchi ed esci da dove sei entrato poco prima. Ti volti a guardare l’insegna del locale. Memorizzi per bene il nome. Poi vai a cercare un altro ristorante/bar/trattoria dove poter mangiare.

Non ti chiedo di elencarmi tutte le parolacce che ti sono passate per la mente mentre fissavi l’insegna e ripensavi all’esperienza assurda appena conclusa, ti chiedo invece: non è la stessa esperienza che vivono i visitatori del web sul tuo sito?

Ti sei mai chiesto che impressione dai ai tuoi potenziali clienti? Lo stile che li accoglie è intimo e amichevole o fronzoloso e da venditore?

[Tweet “Your customers are responsible for your company’s reason for existing.”]

La tua home page è l’ingresso del ristorante: come accogli i tuoi clienti?

Quante volte ti è capitato di arrivare su un sito, di sentirti a tuo agio e di aver impiegato il tuo (prezioso) tempo a visitarlo in ogni angolo? E perché è successo?

Di seguito una lista delle motivazioni più comuni che ho ripescato tra le mie esperienze personali:

  1. Appena arrivato sul sito è stato chiaro dove trovare le informazioni più utili per soddisfare la tua curiosità.
  2. Hai avuto modo di guardare in faccia con chi hai a che fare: chi scrive quegli articoli che suscitano il tuo interesse non è un’intelligenza artificiale che si chiama Admin, ma una persona in carne ed ossa!
  3. Al primo accesso ti è stata indicata esattamente la via da percorrere.. e per questo ti sei iscritto alla newsletter o hai scaricato l’ultimo eBook.
  4. Non hai trovato ovvietà, né parole altisonanti.. hai trovato rispetto, disponibilità e cortesia, proprio come quando entri in un ristorante vero.
  5. Hai trovato un’offerta di contenuti, prodotti e servizi semplice, chiara e appetibile.

Insomma se la tua home page non risponde ai 5 criteri appena visti, è tempo di cambiare!

Nella home page dai un caloroso benvenuto ai tuoi potenziali clienti, spiegando di cosa ti occupi (nb. quando scrivi,  ricordati che i clienti vogliono soddisfare sensazioni!) e nella sezione “Chi sono” spiega perché debbano scegliere proprio il tuo sito/blog per tenersi aggiornati e acquistare servizi o prodotti (nb. ti ricordi qual è l’unico elemento che ti rende vincente online??).

 

E non dimenticare di offrire il caffè al banco.. delizia i tuoi visitatori con contenuti scaricabili gratuitamente, ma che siano chiari, utili e divertenti. Good luck!

 

Quanto ti è piaciuto questo articolo?


Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Cinzia Di Martino
Cinzia Di Martino
Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.
Shares

Powered by themekiller.com watchanimeonline.co