Come funziona il colpo di fulmine (anche nel marketing)

Come funziona il colpo di fulmine (anche nel marketing)

C’è chi lo chiama colpo di fulmine e chi lo chiama “clic”: di fatto tutto inizia e finisce nel cervello, anche quando si parla di marketing! Non ci credi?

Ho scoperto proprio un paio di giorni fa una cosa interessante sul nostro cervello: quando si “fissa” su qualcuno o qualcosa, è in grado di creare una dipendenza psicologica e fisica. In pratica funziona (più o meno e in termini spiccioli) come descritto sotto.

Incroci uno/a per qualche secondo nella tua vita: se ne vale la pena, il cervello memorizza alcune informazioni di base e poi le ignora. Tu continui la tua vita in totale tranquillità.

Se uno/a ha attirato la tua attenzione con caratteristiche fisiche accattivanti, ci pensi su qualche secondo. Una scusa qualunque ti riporta alla tua vita in tranquillità.

Se rivedi uno/a nei giorni a venire (almeno tre), qualcosa nel tuo cervello si ingrippa. Cominci a focalizzare l’attenzione sulle immagini memorizzate, noti particolari che avevi ignorato fino a quel momento, vedi somiglianze con persone che hanno già fatto parte della tua vita, cominci ad interpretare anche le impercettibili smorfie che la ricostruzione del tuo cervello ha già trasformato in palesi messaggi in codice. Nonostante tutto, continui la tua vita in tranquillità discontinua.

Se ogni singolo tassello viene sistemato nel posto giusto, nel giro di pochi giorni ti ritrovi tuo malgrado “in fissa” con questo/a uno/a e non puoi più fare a meno di vederlo/a. Da lì al “conosciamoci, parliamoci, incontriamoci” il passo è molto breve. E la fissazione fa sì che il cervello cominci a creare sogni verosimili, vividi e pieni di particolari. Essendo in fascia protetta è ovvio che non posso esplicitare il contenuto dei sogni. Ma posso assicurarti che da questo momento hai definitivamente perso la tua tranquillità.

Adesso prova a ripensare alla tua ultima esperienza annoverabile nella categoria suddetta. Ti tornano i conti? Noti le somiglianze?

Hai ripensato a quella volta che hai visto uno/a in spiaggia solo per qualche secondo e che hai avuto a stretto contatto nei giorni successivi e alle notti insonni di quel periodo? Beh adesso immagino che tu abbia capito quale fosse il reale motivo dell’insonnia..

Hai ripensato a quello/a collega d’ufficio, vicino di scrivania, che hai notato il primo giorno e tre giorni dopo sei andato/a al lavoro vestito come se fossi stato invitato al matrimonio di George Clooney?

Hai ripensato al/la collega d’università con cui in pausa pranzo “ripassavi anatomia”?!

E allora, validata la tesi, vediamo come uscire dalla situazione di stallo in cui tuo malgrado ti ritrovi. Beh purtroppo devo dirti che non ne ho la più pallida idea. Ma in compenso posso dirti che lo stesso principio può essere sfruttato per far innamorare i (potenziali) clienti sui social. Vengo e mi spiego.

Per far colpo devi farti notare

Così come a livello locale ti sei già garantito un seguito di fedeli e non, grazie a pubblicità tradizionale e alla cura della tua reputazione, devi cominciare a muoverti anche sul web allo stesso modo. Ma non basta pubblicare contenuti interessanti una volta a settimana sui tuoi canali social o non ti noterà nessuno. Se vuoi far colpo devi innanzitutto iniziare ad essere costante in termini di presenza.

E pubblica oggi, e pubblica domani, qualcuno comincerà a notarti (sempre che i tuoi contenuti sappiano attirare l’attenzione!). Non è più tempo di credere alla balla cosmica del “l’abito non fa il monaco”: sui social non funziona così! Ci vuole grafica accattivante e contenuti mirati per attirare l’attenzione e solleticare l’interazione degli utenti. Ci vuole originalità e stile per essere riconosciuti ed identificati tra i tanti che (s)popolano (su)i social.

E poi ci vuole una buona dose di interazione, commenti e condivisioni dei contenuti altrui, in modalità random nella giornata. Insomma un utilizzo umano dello strumento social network. Puoi anche pensare di programmare le tue pubblicazioni, ma ciò non toglie che una capatina (meglio più di una) dal vivo la devi fare (e se sei una persona e non un automa non dovrebbe poi essere così difficile).

Solo così gli utenti potranno entrare in fissa con il tuo Brand: con la presenza, la qualità, l’interazione e la professionalità. E visto che sei stato innamorato, tu lo sai meglio di me: un utente innamorato non ti abbandona mai!

 

Have Fun & Share it 😉

 



Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Cinzia Di Martino
Cinzia Di Martino
Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.

2 Comments

  1. […] C'è chi lo chiama colpo di fulmine e chi lo chiama "clic": di fatto tutto inizia e finisce nel cervello, anche quando si parla di marketing! Non ci credi?  […]

  2. […] C'e chi lo Chiama Colpo di Fulmine e chi lo Chiama "clic": di Fatto Tutto inizia e finisce Nel Cervello, ANCHE QUANDO SI Parla di marketing! Credi non ci?  […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by themekiller.com watchanimeonline.co