Claudio Gagliardini e il segreto del suo successo

Intervista personale e professionale a Claudio Gagliardini (aka @Cla_Gagliardini), esperto di Web Marketing, Digital PR, Social Media  e comunicazione online. Romano di nascita, cremonese di adozione, operativo su Milano, in Boraso.com.

Claudio Gagliardini e il segreto del suo successo

Photocredit: claudio gagliardini di boraso.com

I tuoi contatti?
[Siti web e account social su cui sei attivo]

Se tutti utilizzassero (bene) Google+ il web sarebbe una miniera di informazioni preziosissime…

https://plus.google.com/u/0/+ClaudioGagliardini/about

Vizi e virtù di Claudio
[Per la serie sono un uomo, non sono un santo..]

Vizi ne ho pochi. Forse uno, la modestia #ossimori.

Virtù ne ho troppe, forti, luminose; in continua concorrenza tra loro finiscono per annientarsi a vicenda, divorandosi giorno dopo giorno e lasciando spazio al solo vizio che ho: la maledetta modestia che mi costringe al basso profilo. E largo. E ingombrante…

Vizi e virtù di Cla_Gagliardini
[Ovvero ciò che ti contraddistingue e definisce nel web 2.0]

Pessimo vizio, i numeri. Non che mi esalti avere migliaia di fan o di follower, ma è una mia intima esigenza collezionare contatti, allargare “il giro”, fare nuovi incontri e cercare nuove sinergie. Troppe, molto spesso.

Per contro sono generoso, disponibile, sempre pronto ad offrire visibilità e a rilanciare le idee e i messaggi degli altri, senza farmi eccessive paranoie e senza indugiare troppo nella selettività.

Saggezza in pillole
[La tua citazione (famosa o non) preferita]

Difficile. Vivo di pillole e di aforismi, ne ho confezionati migliaia, Non credo che qualcuna sia esattamente famosa, ma vedo che girano in rete, ogni tanto. Quella che preferisco è

[Tweet “Ama e fa quel che sei”]

parafrasi di una bellissima frase di Sant’Agostino, ai cui tempi non ci sarebbe stato bisogno di esortare le persone ad essere se stesse, cosa che oggi è doverosa.

Per fortuna che c’è….
[La tua principale fonte di ispirazione]

Google. Google Plus. La rete 3.0 che sta arrivando e che cambierà in modo radicale la vita di tutti i giorni, il mondo del lavoro, l’economia.

Credo fortemente in un futuro basato sulla semplicità, sull’essenzialità, su un nuovo modello di sviluppo che parta dalla tecnologia e che ci porti ad uno stile di vita e ad un modello di società finalmente sostenibile.

Credo che Google stia lavorando molto bene, nel suo ambito, anche in questa direzione, ovvero nella capacità di offrire strumenti collaborativi in grado di cambiare davvero il modo di lavorare, di fare business e di concepire il lavoro.

Il tuo Blog è la meta preferita di..
[Chi sono i tuoi lettori ideali e cosa trovano di diverso dagli altri Blog]

A dire la verità scrivo su diversi blog, ma il mio successo, ammesso che di questo si possa parlare (maledetta modestia) deriva piuttosto dalla mia presenza sui canali sociali e dai miei speech in giro per l’Italia. Come blogger sono pigro e troppo poco “verticale”, per avere successo.

Su Twitter..
[Come gestisci la tua presenza e cosa cambieresti (e perché)]

50% lavoro 50% altro, me stesso, il mio pensiero, le mie pillole di saggezza un po’ demodé, i miei #pensierisparsi e i miei #sapevatelo, i miei #orabasta contro una politica sempre più oscenza ed inutile. Retwitto molto, stellino poco, seguo un sacco di gente e questo mi aiuta a sapere tutto quello che avviene in giro per il mondo in tempo reale.

Su Facebook..
[Come gestisci la tua presenza e cosa cambieresti (e perché)]

60% lavoro 40% altro, ma soprattutto seguo personalmente un sacco di pagine aziendali, cosa che mi porta via un bel po’ di tempo ma che mi insegna qualcosa ogni giorno.

Su Google+..
[Come gestisci la tua presenza e cosa cambieresti (e perché)]

Sperimentazione allo stato puro. È il mezzo più prospettico, per come la vedo io. Una piattaforma a 360° (un caldo della Madonna) in grado di fare un’infinità di cose. Ho parecchie community, sono stato accerchiato da un migliaio di utenti in più degli abitanti di Cremona e soprattutto faccio personal branding e ottimi contatti. Se la gente lo usasse bene e compilasse il profilo utente in ogni sua parte, la rete sarebbe davvero un posto migliore!

Su Pinterest..
[Come gestisci la tua presenza e cosa cambieresti (e perché)]

Molto caotico, pinno di tutto, su troppe board e non ho mai ragionato seriamente su una strategia a lungo termine. Debbo assolutamente farlo.

Su Linkedin..
[Come gestisci la tua presenza e cosa cambieresti (e perché)]

Non lo uso molto, ma ormai è il mio CV online e il luogo in cui tengo memoria di tutto quello che faccio, professionalmente.

Su Slideshare..
[Come gestisci la tua presenza e cosa cambieresti (e perché)]

Carico tutte le mie slides e prendo moltissimi spunti. Non ho tempo per studiare nuovi utilizzi e prospettive, al momento.

Su YouTube..
[Come gestisci la tua presenza e cosa cambieresti (e perché)]

Più utente che publisher. Prima o poi mi metterò a fare video, magari brevi pillole di formazione.

Attrezzi del mestiere..
[Di quali strumenti di gestione e analisi non potresti fare a meno?]

Hootsuite e poco altro, a dire il vero.

Il segreto del tuo successo è..
[Un suggerimento da condividere con chi non è ancora arrivato “in cima”]

Sarò monotono e ripetitivo, magari anche modesto, ma davvero non ritengo di potermi definire un uomo di successo, Non secondo le metriche convenzionali, ovviamente. Non sono pieno di soldi, non faccio “la bella vita”, non dimostro nulla di più di quello che sono, che per taluni forse non è poi così esaltante.

Quello che sono però, senza trucchi, senza coloranti o conservanti, “senza rete”, è più che sufficiente per rendermi orgoglioso e felice di me. Ecco, su questo sono categorico: il mio successo è essere me stesso, sempre e fino in fondo.

Ehi Cinzia, hai dimenticato di chiedermi..
[Come sai ho un’età! Se ho dimenticato di chiederti qualcosa di importante, per favore scrivimelo qui sotto 😉 ]

Qual è la tua più grande soddisfazione nella vita? Aver conosciuto e sposato Clara, la mia #fatacucciola, persona che credevo esistesse solamente nella mia fantasia e nel libro delle favole buone.

 

Grazie a Claudio per aver rivelato le sue verità, senza coloranti, senza conservanti né zuccheri aggiunti: per quelli basta la compagnia #fatacucciolosa di Clara ^_^ 

 

Quanto ti è piaciuto questo articolo?


Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Cinzia Di Martino
Cinzia Di Martino
Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.
Shares

Powered by themekiller.com watchanimeonline.co