3 segnali per capire se il tuo blog è noioso

3 segnali per capire se il tuo blog è noioso

immagine: sodahead.com

Mi chiedo spesso cosa fate mentre leggete i miei articoli. Vorrei avere una sfera di cristallo per vedere se sorridete, se vi annoiate, se storcete il naso, se scuotete la testa. Mi dispiacerebbe sapere che vi annoiate: sarebbe una personale sconfitta quotidiana.

Così oggi mi sono seduta a riflettere su cosa rende noioso un blog e ho trovato almeno 3 motivi. Secondo te sono sufficienti a definire la noia? Bah, io ci provo.

#1. Il vero noioso sei tu!

E lo sei perché non sei ispirato, sei stressato, perché a guidarti non è la passione. Se scrivi un articolo sentendoti annoiato è certo che annoierai anche i tuoi lettori.

Ma risolvere il problema è possibile: ecco 3 suggerimenti per te.

– Se ad annoiarti è l’argomento da trattare, cambialo! E non sto scherzando. Non sei un’intelligenza artificiale, sei una persona: mostra un altro lato di te, presenta una nuova passione, scrivi su argomenti che ti ispirano.

– Se sei annoiato dai suggerimenti presenti sul tuo piano editoriale, sconvolgilo – cambialo – non sentirti obbligato: non lo sei.

– Se ti dà noia scrivere, prova qualcosa di nuovo: cimentati in un nuovo tipo di contenuto (ad esempio, traduci per slideshare un tuo vecchio articolo): rimettiti in discussione con una nuova sfida.

#2. Stai fingendo di essere un altro.

Mi chiedo perché?! Se quando ti siedi per scrivere ti senti nervoso e ti preoccupi se i tuoi lettori saranno d’accordo o meno con te, trovare la giusta ispirazione diventa impossibile.

In questi casi l’unico suggerimento che mi sento di darti è sii te stesso.

“To be most successfull you need to became more of who you are” [S. Hogshead] (Click To Tweet)

#3. Il tuo stile è noioso.

Il vero problema non è cosa scrivi ma come lo scrivi! Non spiegare di cosa parlerai nel tuo articolo: scrivilo e basta! Non perderti in lunghe e noiose introduzioni.

Scrivi come mangi: come se il tuo lettore fosse il tuo migliore amico e come se fosse al tuo fianco: fagli delle domande, interagisci, usa il Tu, divertiti e divertilo.

Non limitarti a condividere informazioni: sono noiose. Commentale e personalizzale. I lettori apprezzeranno!

 

E allora, hai trovato traccia di uno dei segnali di cui ho parlato? Se si, quale dei tre?

 

ps. Per curiosità, ma i miei articoli ti annoiano?

Quanto ti è piaciuto questo articolo?


Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Cinzia Di Martino
Cinzia Di Martino
Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.
Shares

Powered by themekiller.com watchanimeonline.co